Ancona Oggi Notizie

Bari Oggi Notizie

Bologna Oggi Notizie

Ciociaria Oggi Notizie

Firenze Oggi Notizie

Genova Oggi Notizie

Latina Oggi Notizie

Milano Oggi Notizie

Napoli Oggi Notizie

Palermo Oggi Notizie

Perugia Oggi Notizie

Roma Oggi Notizie

Torino Oggi Notizie

Venezia Oggi Notizie

Aosta Oggi Notizie

Catanzaro Oggi Notizie

L'Aquila Oggi Notizie

Potenza Oggi Notizie

Cagliari Oggi Notizie

Campobasso Oggi Notizie

Trieste Oggi Notizie

Trento Oggi Notizie

Recent Posts

Arrestato un insegnante a Roma. E’ accusato di atti sessuali con minorenne

L’incubo della ragazzina è durato 2 mesi

ROMA – E’ finito l’incubo per una giovane studentessa romana. Uno dei suoi professori da 2 mesi abusava di lei continuamente. Secondo la ricostruzione dei fatti, i genitori della ragazza, insospettiti dallo strano comportamento a scuola e nei loro confronti, hanno letto alcuni messaggi sul telefono della figlia. E’ così che hanno scoperto che la ragazza era vittima di abusi sessuali da parte del suo insegnante. Questo avveniva da circa due mesi. Dopo la sconvolgente scoperta è stata la stessa fanciulla a confermare i fatti. Gli abusi avvenivano all’interno di un’aula nella quale il professore svolgeva lezioni private.

Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Viminale diretto da Giovanna Petrocca, una volta raccolta la denuncia dei genitori, hanno avviato le indagini coadiuvati dalla Procura di Roma.Dapprima è stata ascoltata la deposizione della studentessa in audizione protetta, su delega del Sostituto Procuratore dr. Pizza. Dopo ulteriori accertamenti di carattere tecnico, gli agenti del commissariato Viminale hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per l’indagine Preliminari del Tribunale di Roma, dr.ssa Marzano, su richiesta del Sostituto Procuratore Dr. Stefano Pizza, a carico di D.A.M, 53enne romano, in quanto ritenuto responsabile del delitto di atti sessuali con minorenne.

Giovanna Petrocca racconta così l’accaduto:

Su delega del Sostituto Procuratore dr. Pizza, la giovane veniva ascoltata presso i locali della Procura, in audizione protetta, dalla quale emergeva la veridicità dei fatti e l’enorme disagio della stessa per quanto stava accadendo.In seguito all’audizione, iniziava una attività di indagine da parte degli investigatori del commissariato Viminale, anche di carattere tecnico, dalla quale è risultata fondata l’accusa degli atti sessuali compiuti dall’insegnante nei confronti della minorenne”.

Bere vino prima di dormire aiuta a perdere peso

Una ricerca della Washington State University e di Harvard attesta che bere vino prima di andar a dormire aiuta a perdere peso

La sostanza chimica chiamata “resveratrolo”, presente nel vino, impedirebbe alle cellule di grasso di aumentare la massa grassa nel corpo, rendendoti più magro. Il resveratrolo è prodotto da diverse specie vegetali e, grazie alle sue spiccate proprietà antiossidanti, contribuisce a proteggere il nostro organismo dalle patologie cardiovascolari e tumorali. Nel regno vegetale il resveratrolo, dotato di funzioni antifungine, si trova in particolare nella buccia dell’uva e nel vino, in misura maggiore in quello rosso.

Lo studio

Secondo la ricerca, bere almeno due bicchieri può aiutare a ridurre l’obesità del 70%. Approfondendo questo studio con più prove scientifiche, l’Università di Danimarca ha scoperto che le persone che bevevano vino ogni giorno avevano un girovita più sottile rispetto alle loro controparti sobrie, mentre lo studio di Harvard su 20.000 persone ha rivelato che tra tutti quelli che hanno guadagnato una grande quantità di peso, nessuno di loro era bevitore. I medici invitano comunque a non lasciarsi andare a inutili e pericolosi entusiasmi, dal momento che le benefiche proprietà ascrivibili al vino dipendono da diversi fattori, primo tra tutti la dose, che dev’essere moderata (2-3 bicchieri al giorno nell’uomo, un po’ meno nella donna).

R.G.E. 378/2016

TRIBUNALE CIVILE DI GENOVA

ESECUZIONE IMMOBILIARE N. 378/2016 R.G.E.

 I AVVISO DI VENDITA

Il giorn7 marzo 2018 alle ore 14.30 presso il Tribunale di Genova, piano III aula 44, sarà posto in vendita senza incanto il seguente immobile:

 LOTTO UNICO: piena proprietà dell’appartamento sito in Genova, Via Piacenza n° 13 interno n° 21, scala A, piano terzo, composto da una camera, servizio igienico, piccolo disimpegno, ripostiglio e cucina, superficie lorda mq. 45 circa.

 PREZZO BASE: EURO 40.500.
OFFERTA MINIMA IN AUMENTO IN CASO DI GARA: EURO 1.000

Si avvisa che non saranno considerate valide offerte inferiori di un quarto a tale prezzo e che le offerte valide inferiori al prezzo saranno prese in considerazione solo se non vi siano altre offerte e se il delegato ritenga che ad una vendita successiva non si potrà ottenere un prezzo superiore.

SI SEGNALA CHE IL TRIBUNALE NON SI AVVALE DI MEDIATORI E CHE NESSUN COMPENSO PER MEDIAZIONE DEVE ESSERE DATO AD AGENZIE IMMOBILIARI.

La perizia, datata 28/02/2017, e le indicazioni per partecipare alla vendita sono disponibili sul portale delle vendite pubbliche e sul sito internet www.astegiudiziarie.it.

Le modalità per visionare il bene saranno fornite dalla società custode, SO.VE.MO Srl, tel. 0105299252.

Per maggiori informazioni rivolgersi al professionista delegato Dott. Marco D’Amora tel. 010582891.

R.G.E 853/15

TRIBUNALE CIVILE DI GENOVA

PROCEDURA ESECUTIVA N. 853/15 R.G.E

I AVVISO DI VENDITA

Il sottoscritto Avv. Carlo Maria Galiberti, con studio in Genova, Via XX Settembre, 32/11, fax 010 8900459 – pec carlomaria.galiberti@ordineavvgenova.it, avvisa che presso il tribunale di Genova, aula 46, III piano sito presso il Palazzo di Giustizia Di Genova, Piazza Portoria, 1, il giorno 03 aprile 2018 alle ore 14,00 dinanzi a sé avrà luogo la vendita senza incanto del seguente immobile:

Lotto unico Piena proprietà per la quota di 1/1 di appartamento sito in Lavagna, provincia di Genova, Via Natale Paggi civ. 73 int. 5, piano primo identificato al catasto fabbricati al foglio 2, mappale 996, subalterno 5, categoria a/3, classe 5, composto da vani 4,5 vani, superficie catastale: totale 73 m2, escluse aree scoperte 65 m2; posto al piano 1, rendita euro 464,81.

VALORE D’ASTA EURO € 146.000,00 (CENTOQUARANTASEIMILA) 

(spese 15% dell’offerta, cauzione 10% dell’offerta; entrambe con assegni circolari non trasferibili intestati “Esecuzione Immobiliare R.G.E. 853/2015”. Le offerte in bollo, in busta chiusa, dovranno essere presentate presso lo studio del delegato Avv. Carlo Maria Galiberti, con studio sito in Genova Via XX Settembre, 32/11 dalle ore 8,30 alle 12,30 e dalle ore. 15,00 alle ore 17,30, entro il 02/04/2018). Non saranno considerate valide offerte inferiori di oltre un quarto rispetto al prezzo base. In caso di offerta inferiore rispetto al prezzo base, ma in misura non superiore ad un quarto, il delegato potrà far luogo alla vendita qualora ritenga che non vi sia seria possibilità di conseguire un prezzo superiore con una nuova vendita. Per regolarità edilizia, stato dell’immobile, condizioni di vendita consultare Avviso di vendita, Relazione di stima e documentazione sui siti internet: www.astegiudiziarie.itwww.genovaogginotizie.itwww.tribunaliitaliani.it,  www.cambiocasa.it, www.immobiliare.it, www.entietribunali.it, www.genova.repubblica.it.

Per maggiori informazioni rivolgersi: Avv. Carlo Maria Galiberti, con studio in Genova, Via XX Settembre, 32/11, fax 010 8900459. Custode Giudiziario SO.VE.MO. S.R.L. Corso Europa 139- 16132 Genova – Tel 0105299253

SI SEGNALA CHE PER LA VENDITA DEL PRESENTE IMMOBILE IL TRIBUNALE NON SI AVVALE DI MEDIATORI E CHE NESSUN COMPENSO PER MEDIAZIONE DEVE ESSERE DATO AD AGENZIE IMMOBILIARI.

R.G.E. n. 183/2011

TRIBUNALE CIVILE DI GENOVA

UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI

ESECUZIONE N° 183/2011 R.E.

III AVVISO DI VENDITA

L’Avv. Giuseppe Giachero, avvisa che il giorno 06 marzo 2018, alle ore 15.30, presso il Palazzo di Giustizia di Genova, piano 3°-aula 44, si terrà la vendita della piena proprietà del seguente immobile: LOTTO UNICO: intera quota di 1000/1000 di proprietà dell’immobile sito in Comune di Genova, via Piacenza civ. n. 19, int. 10, posto al piano 1° della scala A, composto da un disimpegno di ingresso con accesso dal vano scala condominiale, un locale ad uso abitativo, una cucina, un ripostiglio ed un servizio igienico. Stato dell’immobile: L’immobile è occupato dall’esecutato. DATI CATASTALI: a catasto fabbricati del Comune di Genova, l’immobile risulta censito coi seguenti dati: Sez. STA, foglio 21, mappale 368, sub. 9, Zc. 5, cat. A/3, classe 4, consistenza 3,0 vani, R.C. € 278,89.
PREZZO BASE: € 32.625,00 (TRENTADUEMILASEICENTOVENTICINQUE/00); RILANCIO IN CASO DI GARA € 1.000,00.
Spese 15% dell’offerta, cauzione 10% dell’offerta; entrambe con assegni circolari non trasferibili intestati “Esecuzione Immobiliare R.G.E. n. 183/2011“. Le offerte (in bollo da 16,00 €) dovranno essere presentate, presso lo studio del Delegato in Genova, Via Maragliano 3/8, entro le ore 12,30 del giorno 05 marzo 2018previo appuntamento telefonico allo 010/5954851. Non saranno considerate valide offerte inferiori di oltre un quarto rispetto al prezzo base. In caso di offerta inferiore rispetto al prezzo base, ma in misura non superiore ad un quarto, il delegato potrà far luogo alla vendita qualora ritenga che non vi sia seria possibilità di conseguire un prezzo superiore con una nuova vendita. Per regolarità edilizia, stato dell’immobile, condizioni di vendita consultare Avviso di vendita, Relazione di stima e documentazione sui siti internet: www.astegiudiziarie.itwww.genovaogginotizie.itwww.tribunaliitaliani.it, www.immobiliare.it, www.entietribunali.it e www.genova.reppubblica.it Maggiori informazioni, anche per visionare l’immobile, potranno essere acquisite -previo appuntamento telefonico al n° 0105954851– presso lo studio dello stesso professionista Delegato Avv. Giuseppe Giachero dal lunedì al giovedì dalle ore 15,00 alle ore 18,00. Si segnala che per la vendita del presente immobile il Tribunale non si avvale di mediatori e che nessun compenso per mediazione deve essere dato ad agenzie immobiliari.