Ancona Oggi Notizie

Bari Oggi Notizie

Bologna Oggi Notizie

Ciociaria Oggi Notizie

Firenze Oggi Notizie

Genova Oggi Notizie

Latina Oggi Notizie

Milano Oggi Notizie

Napoli Oggi Notizie

Palermo Oggi Notizie

Perugia Oggi Notizie

Roma Oggi Notizie

Torino Oggi Notizie

Venezia Oggi Notizie

Aosta Oggi Notizie

Catanzaro Oggi Notizie

L'Aquila Oggi Notizie

Potenza Oggi Notizie

Cagliari Oggi Notizie

Campobasso Oggi Notizie

Trieste Oggi Notizie

Trento Oggi Notizie

Recent Posts

Coppia arrestata per spaccio: confezionavani cocaina davanti al figlio

Confezionava cocaina davanti al figlio di tre anni. Una donna di 26 anni e un uomo di 29, romeni, sono stati arrestati dai carabinieri ad Agrigento.

I due sono stati sorpresi dai militari all’interno dell’abitazione della 26enne, nel centro storico della città, mentre in cucina stavano suddividendo le strisce di cocaina utilizzando proprio la tessera sanitaria intestata ad uno dei figli. Il più piccolo di questi, di appena tre anni, stava giocando sul tavolo di fronte alla madre. Nel corso della perquisizione i carabinieri hanno trovato complessivamente circa 14 grammi di cocaina.

 

 

Confermato l’ergastolo per Giuseppe Raeli,il mostro di Cassibile

La Corte di Cassazione ha confermato l’ergastolo per il “mostro di Cassibile”, 77 anni, accusato di una serie di omicidi tra il 2002 ed il 2009 a Siracusa.

Il pensionato siracusano è accusato dell’omicidio di Giuseppe Calvo, morto il 9 ottobre 2002, del duplice omicidio dei coniugi Sebastiano Tine’e Giuseppa Spadaro, assassinati a colpi di fucile il 31 luglio 2003 e dell’omicidio di Giuseppe Spada, il 18 agosto del 2004.

Secondo l’accusa il movente degli omicidi sarebbe legato alle controversie economiche tra il pensionato e le sue vittime. Nel marzo del 2009, l’imprenditore agricolo Giuseppe Leone, sfuggito all’agguato, disse agli investigatori di aver riconosciuto Raeli. I carabinieri hanno concentrato le loro indagini sul pensionato trovando alcuni bossoli nella sua abitazione compatibili con quelli usati per i delitti. Raeli risponde anche del tentato omicidio dell’imprenditore agricolo e di quello di Katia Tine’, figlia della coppia uccisa nel 2003.

 

Si fingevano ispettori del gas per derubare gli anziani: 2 arresti

Due trentenni sono stati arrestati e messi ai domiciliari perché colpevoli di avere derubato tre anziani in casa spacciandosi per ispettori del gas.

I due hanno rubato contanti e i bancomat degli anziani arrivando ad accumulare 9 mila euro, 2 mila dei quali giocati alle slot. Uno dei due arrestati era già stato arrestato lo scorso anno per lo stesso reato e stava già scontando la pena ai domiciliari.

Le indagini che hanno incastrato i finti ispettori sono state effettuate dagli investigatori della Squadra mobile che grazie alle immagini delle telecamere dei bancomat sono riusciti ad identificarli e a provare la loro responsabilità in tre furti in casa avvenuti la scorsa estate nel giro di venti giorni. I due devono rispondere di furto in abitazione e utilizzo fraudolento di carte bancomat. L’operazione, denominata “Bancomatti”, è stata coordinata dal sostituto procuratore Paola Maria Paolucci.
 

Dà fuoco in diretta live su Facebook alla camera da letto e scappa

Viene però rintracciata poco dopo e denunciata dalla polizia. E’ successo la notte scorsa a Ventimiglia,e la protagonista è una donna di 38 anni.

Sono stati gli utenti della rete a allertare la polizia attraverso il 112 dopo aver capito che cosa stava succedendo: l’intervento dei Vigili del Fuoco e della Polizia di Stato è stato immediato.

I poliziotti del settore Polizia di Frontiera giunti per primi sul posto hanno raccolto le dichiarazioni dei testimoni secondo i quali si sarebbe trattato di una ‘ripicca’ della donna ai danni della proprietaria di casa che la ospitava. Le due donne si sarebbero conosciute in una comunità di recupero e la proprietaria di casa, che convive con il marito, l’avrebbe ospitata una volta uscita dal centro.

Dopo aver appiccato il fuoco nella camera da letto, la sola a essere stata danneggiata grazie al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco, la donna è scappata alla volta di Sanremo dove è stata riconosciuta e fermata da una Volante del Commissariato.

 

Apre la terrazza del Bristol Palace: un’oasi di sapori

 

L’elegante hotel liberty a pochi passi da Palazzo Ducale e dal teatro Carlo Felice, inaugura la sua splendida terrazza per la stagione estiva.

È un’oasi di frescura di 80 mq, aperta ai lati e circondata da piante, che accoglie i visitatori con il menù del ristorante Giotto. È la location ideale per un aperitivo con cocktail e finger food, lunch, ma anche cene con menu à la carte, magari a lume di candela.

Le proposte del ristorante Giotto coniugano leggerezza e gusto, per offrire un servizio eccellente, sempre attento e curato. Sapori di mare e di terra, specialità liguri e non, sono protagonisti di una proposta che si basa su una filosofia ben precisa. Al centro troviamo materie prime freschissime e di grande qualità, frutto del lavoro di piccoli produttori legati ai territori italiani, artigiani del gusto.

La cucina diventa così l’arte di rispettare ed esaltare i sapori senza distorcerli, grazie a sapienti abbinamenti che valorizzano le caratteristiche di gusto e organolettiche di ogni ingrediente. Piatti da gustare nella terrazza ma anche nelle sale interne, in un ambiente elegante e di gran fascino, circondati dagli stucchi e affreschi fin de siècle delle pareti e della volta.