Ancona Oggi Notizie

Bari Oggi Notizie

Bologna Oggi Notizie

Ciociaria Oggi Notizie

Firenze Oggi Notizie

Genova Oggi Notizie

Latina Oggi Notizie

Milano Oggi Notizie

Napoli Oggi Notizie

Palermo Oggi Notizie

Perugia Oggi Notizie

Roma Oggi Notizie

Torino Oggi Notizie

Venezia Oggi Notizie

Aosta Oggi Notizie

Catanzaro Oggi Notizie

L'Aquila Oggi Notizie

Potenza Oggi Notizie

Cagliari Oggi Notizie

Campobasso Oggi Notizie

Trieste Oggi Notizie

Trento Oggi Notizie

Recent Posts

Insulta su Fb: multato un uomo di Settimo Torinese

Aveva insultato su Facebook con un profilo falso un ragazzo di 17 anni morto in un incidente d’auto: multa di 1000 euro più spese processuali

Un operaio di 42 anni di Settimo Torinese (To) ha patteggiato una condanna pari a 1000 euro, oltre spese processuali. Infatti aveva scritto su Facebook , con un falso profilo, ”Sono felicissimo un terrone in meno da mantenere’’. La frase era riferita a Stefano Pulvirenti, 17 anni, siracusano, deceduto in un incidente stradale dopo 23 giorni di agonia nel novembre 2015. ”Quando vedo queste immagini – aveva ancora scritto l’operaio – e so che nella bara c’è un terrone ignorante, godo tantissimo. Peccato che ero al Nord altrimenti avrei c.. su quella bara bianca”.

La denuncia è partita da alcuni amici e compagni della vittima; così, la procura ha incaricato i carabinieri del nucleo investigativo telematico di scoprire chi si nascondesse dietro al profilo Facebook. Gli investigatori all’inizio del 2016 diedero un nome a quella persona. Poi la richiesta di giudizio per diffamazione aggravata da odio razziale e la condanna. Il procedimento ora passerà in sede civile con una richiesta di risarcimento.

Il Gargano protagonista dei programmi tv

Masterchef 7 e Non c’è più religione: il Gargano è lo scenario (splendido) dei programmi tv

Il Gargano è fra i protagonisti di due eventi televisivi importanti.

Dunque, a fare da sfondo alle sfide culinarie della puntata di ieri di Mastechef 7, il programma in onda tutti i giovedì su Sky Uno, prodotto da Endemol Shine Italy.

La puntata pugliese del talent show culinario, che vede i giudici Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Antonia Klugmann, è stata girata lo scorso luglio nell’isolotto del faro di Santa Eufemia a Viste.

Questa è una ulteriore azione di marketing territoriale coordinata dalla Regione Puglia e realizzata in sinergia dalla Fondazione Apulia Film Commission e l’Agenzia Pugliapromozione e l’apporto della Camera di Commercio di Foggia. Nellastessa puntata, Antonino e Marianna sono stati eliminati.

Invece, le città di Monte Sant’Angelo, Manfredonia e le Isole Tremiti, saranno protagoniste domani sera su RaiUno in “Non c’è più religione”. Questo è un film di Luca Miniero, girato tra maggio e luglio 2016 e scritto dal regista con Sandro Petraglia e Astutillo Smeriglia; i protagonisti sono Claudio Bisio e Alessandro Gassman e fra gli attori anche Angela Finocchiaro, Nabiha Akkari e Giovanni Cacioppo. Il film, prodotto da Cattleya con Rai Cinema e sostenuto da Apulia Film Commission.

Torino-Lione: da oggi accertameti sugli appalti

Da oggi un programma per accertamenti sugli appalti per la tratta ferroviaria fra Torino e Lione

Diventa oggi operativa la struttura italo-francese fatta per svolgere alcuni accertamenti antimafia sugli appalti della nuova ferrovia Torino-Lione, in entrambi i Paesi.

A Modane (Francia) il prefetto di Torino, Renato Saccone, e della regione Auvergne Rhone-Alpes, Stéphan Bouillon, hanno firmato il documento “che definisce le modalità per il funzionamento del nuovo organismo; esso, per la prima volta in Europa, applicherà la normativa antimafia a livello transnazionale”.

Con esso, dunque, viene emanato che le verifiche verranno svolte non solo sulle aziende appaltatrici, ma su tutta la filiera dei sub-appalti.

Le imprese in regola saranno iscritte in una “White list”, una specie di anagrafe degli esecutori che possono lavorare nei cantieri.

Alla riunione hanno partecipato anche Mario Virano, Direttore generale di Telt,  il Presidente della commissione intergovernativa Louis Besson e il Commissario di governo Paolo Foietta.

Donna occupa una casa Ater: denunciata. Nel Lazio è allarme occupazioni abusive

La donna ha approfittato dell’assenza della assegnataria per occupare l’appartamento

GAETA – Ieri i carabinieri hanno denunciato una 52enne di Latina con l’accusa di violazione di domicilio a seguito di un occupazione abusiva. Dopo una attenta indagine i militari hanno provato che la donna l’11 febbraio scorso si era introdotto in un appartamento di proprietà dell’Azienda Territoriale per l’Edilizia Pubblica di Latina, dopo aver forzato la porta. L’abitazione però era stata assegnata ad un’altra persona. Al momento dell’irruzione della denunciata, l’effettiva assegnataria non si trovava all’interno dell’appartamento, poiché ricoverata temporaneamente presso una struttura sanitaria. La 52enne, dopo averlo occupato, ha spontaneamente lasciato l’appartamento in questione, grazie anche alle sollecitazioni dei militari intervenuti.

La questione Ater e l’emergenza delle occupazioni abusive è molto sentita nel Lazio.

Proprio ieri infatti ai microfoni di Radio24, l’assessore alla Casa Rosalba Castiglione: «Noi stiamo procedendo con gli sgomberi. La legge ce lo impone. Chi occupa abusivamente una casa del Comune di Roma deve andare via, su questo non si discute e non ci sono incertezze». «Noi stiamo gestendo gli sgomberi un po’ con il pugno di ferro proprio perché sono l’ostacolo per l’assegnazione delle case popolari. Io oggi ho 11.600 nuclei familiari che attendono una casa popolare. Da quando siamo arrivati siamo riusciti ad assegnare 750 case». «Quante abitazioni occupate ci sono? Sono tantissime, 3.000 case occupate abusivamente nell’ambito dell’edilizia residenziale pubblica di Roma Capitale e 6.000 ne ha l’Ater», ha spiegato la stessa Castiglione.

 

 

L’ Atalanta sfiora l’impresa in Europa League

L’Atalanta pareggia con il Borussia e si lascia sfuggire per un soffio il passaggio del turno

L’Atalanta ieri è andata ad un passo dall’impresa contro il Borussia Dortmund. Gian Piero Gasperini al termine della partita che ha portato l’eliminazione dei bergamaschi dall’Europa League, ha commentato la prestazione dei suoi; “Nel calcio ci sta di mancare gli obiettivi per poco, anche per una manciata di minuti. Ma sono consapevole di aver rappresentato al meglio il nostro movimento calcistico confrontandoci con la scuola inglese, quella francese e quella tedesca”.

In casa nerazzurra, dunque, la prendono con filosofia.

Continua l’Allenatore: ”Più che il pareggio di ieri, vanno analizzate le due partite. Usciamo dall’Europa League a testa alta: alla vigilia sembrava un’impresa impossibile, eppure siamo arrivati a poco da centrare un traguardo impensabile”.

Il tecnico ha solo parole di elogio per i suoi: “Anche oggi abbiamo giocato alla pari con una squadra importante a livello continentale. È impossibile che in gare del genere non ci siano errori da una parte e dall’altra. Magari se si va nel dettaglio c’è un episodio in più che ha determinato il risultato”.