Toti al Governo, “strumenti straordinari per la pulizia dei fondali”

“Stiamo chiedendo al Governo strumenti straordinari per provvedere alla pulizia dei fondali e garantire alla città di Rapallo piena funzionalità per la stagione estiva”

Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti fa il punto sulla situazione del porto di Rapallo, colpita dalla devastante mareggiata di fine ottobre, in chiusura della riunione in Capitaneria di porto a Genova, a cui il governatore ha partecipato assieme all’assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone, all’ammiraglio Nicola Carlone e al sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco.

“Per quanto riguarda lo specchio d’acqua e la portualità di Rapallo – prosegue Toti – un consorzio di assicurazioni sta provvedendo al recupero delle imbarcazioni e dei relitti danneggiati. Secondo la Capitaneria in 30 giorni da oggi questa attività di recupero, che riguarda la totalità delle imbarcazioni ancora presenti nel golfo di Rapallo, verrà conclusa”.

“Per quanto riguarda le imbarcazioni da rimuovere all’interno del porto Carlo Riva – precisa – ovviamente si tratta di una operazione che spetta al concessionario del porto, che in queste ore sta approntando un opportuno piano di rimozione. Finito questo lavoro, la struttura commissariale e il comune di Rapallo, con il supporto di ministero dell’Ambiente e del Dipartimento nazionale di Protezione civile, procederanno ad una ricognizione dei fondali e alla pulitura di quello che potrebbe essere rimasto sul fondale dopo la rimozione dei relitti e delle pertinenze dei relitti stessi, tenendo conto che quest’ultimo capitolo rimane a carico del consorzio che farà la pulizia”.

“Per questo – conclude il governatore- chiederemo che i poteri dell’ordinanza di protezione civile vengano allargati per poter porre in essere tutte le operazioni necessarie, una volta che i privati abbiano concluso i lavori a loro spettanti nello specchio acqueo”.




Bimbo prende metro senza il padre, immediato l’intervento del personale Amt

 

L’allarme ieri intorno alle 8.10 alla stazione della metropolitana di Brin, a Certosa, per un bimbo di 7 anni che aveva preso la metro lasciando il papà in banchina dopo la chiusura delle porte. Immediato l’allarme lanciato dal genitore al presidio fisso della sorveglianza privata di Amt che a sua volta ha allertato il posto centrale di controllo. Grazie al sistema di controlli ottici e telecamere presenti sui treni e nelle stazioni e alla descrizione fornita dal genitore, il piccolo è stato quasi immediatamente ritrovato a Brignole dal personale Amt e riaccompagnato a Brin dove ha potuto riabbracciare il papà.




New York Times, Golfo Paradiso tra le 52 mete da visitare del 2019

Le ben note perle della Riviera Ligure – Portofino, Cinque Terre, Portovenere — sono affollate di turisti, un problema così pressante che le autorità hanno dibattuto se utilizzare misure per moderare il flusso di presenze.

Solo “a few miles away”, tra la “glamorous” Portofino e il porto di Genova, c’è una costa raramente esplorata dai viaggiatori. Conosciuta come Golfo Paradiso, accoglie cinque Comuni tra cui Camogli, un colorato borgo di pescatori affascinante tanto quanto qualsiasi borgo delle Cinque Terre.

Così Ingrid K. Williams, giornalista del New York Times, nella scheda che presenta il Golfo Paradiso come una delle 52 mete verso cui viaggiare nel 2019. Come ogni anno, la lista interattiva dei 52 itinerari suggeriti dal New York Times affianca alle destinazioni più suggestive degli Stati Uniti, mete negli altri continenti. In Italia ci siamo “noi” – al 25 posto – e la Puglia. Le prime posizioni dell’elenco sono occupate nell’ordine da Porto Rico, Hampi e Santa Barbara.

Ancora, su Camogli, il Nyt sottolinea le specialità culinarie: acciughe appena pescate, trofie fatte a mano e focaccia al formaggio di Recco. “Between meals, explore blooming gardens in Pieve Ligure, beaches in Sori and the Romanesque abbey of San Fruttuoso, which is accessible only by boat or a long, sweaty hike”. Tra un pasto e l’altro, si possono esplorare i giardini fioriti di Pieve Ligure, le spiagge di Sori e l’abbazia romanica di San Fruttuoso, raggiungibile solo via mare o con una lunga, faticosa, camminata.




Trenitalia, sui regionali liguri i passeggeri in aumento del 20%

Oltre 5 milioni di persone hanno utilizzato i treni regionali di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) durante le festività natalizie, per visitare città d’arte e località turistiche. Un incremento del 10% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Per quanto riguarda la Liguria sono state 400mila le persone che hanno viaggiato durante le festività sui treni regionali di Trenitalia (nel numero sono conteggiati i viaggiatori con biglietti di corsa semplice esclusi gli abbonati) facendo registrare un +19.51% rispetto lo stesso periodo dello scorso anno.

Nel 2018, sempre in Liguria, l’86% (+1,5% rispetto la media nazionale) delle persone intervistate durante l’indagine di customer satisfaction si è detta soddisfatta dei servizi regionali liguri.

“Nel dato ligure – dice l’assessore regionale ai Trasporto Gianni Berrino – ha inciso sicuramente il cambiamento di abitudini dovuto al crollo del ponte Morandi: ma significa che abbiamo indovinato le strategie di trasporto per fare fronte all’emergenza, l’offerta di viaggi supplementari rispetto alla normalità. Ma anche la qualità del viaggio è migliorata grazie all’introduzione di cinque nuovi treni sulla rete nel 2018. Il dato è che i liguri scelgono il treno oggi più di ieri”.




Comune Genova, arriva il baby kit per i neonati del 2019

Ciuccio, biberon e cremine sono alcuni dei prodotti offerti

Sono 4000 i “baby kit” che saranno consegnati in dono ai bambini nati in città nel 2019. L’iniziativa è stata presentata oggi a palazzo Tursi ed è voluta dal Comune di Genova e dall’Agenzia comunale per la famiglia con la collaborazione di 11 aziende private (Il mondo di Mirà come main sponsor e poi Mustela, Baby Vip Premamy, Giangiò, Happy, Helan, Illedy, Mam, Nappynat, Nuby, Typelovers).

Ai neonati e alle loro famiglie sarà consegnato un sacchetto con alcuni prodotti per l’accudimento adatti ai primi mesi di vita (biberon, ciuccio, bavaglino, creme e così via). Le famiglie residenti a Genova potranno richiedere il kit inviando una mail all’Agenzia comunale per la famiglia. Sarà poi possibile ritirarlo negli uffici del municipio più vicino.

“Il baby kit è un pensiero di ringraziamento alle famiglie residenti e un segno di speranza” dice Simonetta Saveri, responsabile dell’Agenzia.




Fiumara, evacuato il centro commerciale invaso dal fumo

Paura alla Fiumara per un allarme incendio scattato poco prima delle 18

Il centro commerciale Fiumara, a Sampierdarena, è stato evacuato nel pomeriggio di ieri, mercoledì 9 gennaio, a causa di un mal funzionamento dell’impianto di areazione del punto vendita Mediaworld. Dall’impianto è uscito fumo invece di aria.  sono intervenuti i vigili del fuoco e i clienti presenti sono stati allontanati dalla struttura. Dopo le verifiche sull’impianto sono stati fatti rientrare i dipendenti dei vari negozi per chiudere i locali. Sul posto, oltre i vigili del Fuoco, presenti anche carabinieri e polizia locale.




Calciomercato, il ritorno di Gabbiadini alla Samp

Colpo grosso della Sampdoria

Sabatini e Osti, ieri a Milano, hanno chiuso la trattativa per il ritorno a Genova di Manolo Gabbiadini, 27 anni, ormai in rotta di collisione con il Southampton. Gabbiadini, che in blucerchiato ha lasciato un ottimo ricordo, desiderava a tutti i costi tornare in Italia. Per ragioni affettive aveva messo in cima alle preferenze Bologna, la città della moglie, ma il club felsineo sin da subito ha dimostrato di non avere la forza economica per una simile operazione. A quel punto Gabbiadini ha parlato con il suo procuratore e ha indicato nella Samp la sua meta ideale, poichè a Genova si era trovato molto bene con la società, con i tifosi e più in generale con la città. All’epoca, tanti gol, di cui uno famosissimo, a Perin in un derby, avevano contribuito a creare il giusto feeling e Gabbiadini ha subito pensato che la Samp potesse essere il luogo ideale per la rinascita dopo le delusioni inglesi, l’involuzione che gli ha fatto perdere pure la nazionale.
La Samp, conosciute le intenzioni del giocatori, è stata bravissima nel cogliere l’opportunità. Da un punto di vista tecnico è un grosso colpo, che consente di mettere a punto un’ottima strategia per il reparto offensivo. Ora la Samp darà in prestito per sei mesi (non vuole perderlo del tutto) Kownacki, al Fortuna Dusseldorf o in Italia, visto che l’Empoli non vuole mollare la presa. A giugno, quando dovrà obbligatoriamente riscattare Gabbiadini, potrà scegliere se cedere il giovane polacco oppure se non riscattare Defrel (dovrebbe versare alla Roma 12 milioni e 750 mila euro) o ancora se ascoltare sirene per Caprari, in questi giorni richiesto dall’Atalanta. Ma Gabbiadini è un colpo targato Sabatini ed Osti (battuta la concorrenza del Betis Siviglia) anche dal punto di vista finanziario: perchè la metà fu ceduta al Napoli per 6 milioni e 750 mila euro (operazione obbligata, la Juve alla stessa cifra aveva ceduto la sua metà) e ora si riprende l’intero giocatore per 12 milioni, 3 per il prestito, 9 per l’obbligo di riscatto a giugno. Decisamente un affare, soprattutto se Giampaolo dovesse rivitalizzarlo.




Befana in piazza Matteotti, il video

 

 

Nel pomeriggio di domenica 06 Gennaio, come di consueto ogni anno, l’associazione nazionale Vigili del Fuoco ha organizzato la befana dei pompieri in piazza Matteotti a Genova.

Barbara, pompiere mascherata da Befana, si è calata su piazza Matteotti con un’autoscala partendo dal balcone di palazzo Ducale e dall’alto ha gettato coriandoli e caramelle sui bimbi estasiati dallo spettacolo.

 




Via Galata, incendio nel negozio Giopescal

Fiamme nel negozio di surgelati di via Galata

I vigili del fuoco sono accorsi, nel pomeriggio di domenica 06 Gennaio, per le chiamate allarmate dei residenti e dei passanti di via Galata che avevano notato del denso fumo nero uscire dalle saracinesche del negozio Giopescal.

All’arrivo dei pompieri, all’interno del negozio si era già sviluppato un incendio che ha interessato uno dei frigoriferi per i congelamento dei prodotti e il locale era invaso dal fumo.
Subito sono state spente le fiamme mentre i vigili del fuoco accertavano che all’interno del locale non si trovasse nessuno e che le persone residenti sopra il negozio stessero tutte bene.
Fortunatamente non si registrano feriti.
Indagini in corso per accertare l’origine delle fiamme e le eventuali responsabilità.
Quasi certamente si è trattato di un guasto ad uno dei motori per il raffreddamento delle merci.




Trenino Casella, lavori di manutenzione

Due giorni di interventi con la conseguente variazione del servizio offerto

Amt informa che, per consentire interventi di manutenzione straordinaria al materiale rotabile, nelle giornate di giovedì 10 e venerdì 11 gennaio il servizio della ferrovia Genova-Casella verrà svolto con le seguenti modalità:

• Giovedì 10 gennaio
Saranno effettuate con il bus sostitutivo la corsa delle ore 13.26 da Genova Manin e la corsa delle ore 14.52 da Casella.

• Venerdì 11 gennaio
Saranno effettuate con il bus sostitutivo le seguenti corse.
– Da Genova Manin a Casella: 7.38 – 9.01 – 10.30 – 12.08 – 13.26 – 14.24;
– Da Casella a Genova Manin: 8.50 – 10.35 – 13.15 – 14.52 -16.35.
Tutte le altre partenze saranno svolte regolarmente con il treno.