ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
mercoledì 5 Ottobre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Consiglieri pugliesi dicono no alla richiesta del Lazio di aiutarli con i rifiuti

L’Ama aveva chiesto alla Regione Puglia di assistere il Lazio nello smaltimento rifiuti. I Consiglieri Regionali della regione, però, non intendono accettare.

L’Ama, l’azienda municipalizzata dei rifiuti di Roma, aveva avanzato la richiesta di un accordo temporaneo con la Regione Puglia. Il motivo era che la Puglia aiutasse il Lazio a smaltire i rifiuti che non erano in grado di trattare da soli. Tuttavia, otto consiglieri regionali pugliesi del Movimento 5 Stelle non hanno mostrato entusiasmo per la proposta. “È assurdo pensare di accogliere rifiuti da altre regioni quando in Puglia si è fatto poco o nulla per chiudere il ciclo dei rifiuti”, hanno commentato in una nota. Nella prima decade di maggio i rifiuti sono incrementati di 2600 tonnellate rispetto al 2017. La Regione, infatti, “non è ancora riuscita a rendere effettivamente fruibili le potenzialità impiantistiche già esistenti sul territorio regionale”. Per questo l’Ama aveva richiesto che venisse attivato un accordo temporaneo con la Regione Puglia, per trattare le eccedenze di produzione.

“La strategia rifiuti zero decantata da Emiliano nella campagna elettorale del 2015 non è stata mai attuata ed è tutto fermo dall’inizio della legislatura. Manca una ricognizione della situazione e dobbiamo ancora una volta sottolineare l’inerzia della Regione che non fa partire l’impiantistica pubblica”, prosegue la nota. “Ci sono impianti privati molto grandi che vanno al di là della capacità dei singoli comuni. Bisogna cercare di dare ordine e costruire impianti pubblici di piccola taglia”, hanno infine scritto i consiglieri.