ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
martedì 6 Dicembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

[rank_math_breadcrumb]

10 tonnellate di rifiuti raccolti a Roma, ma il Lazio chiede aiuto alla Puglia

Una nota dell’Ama ha descritto le operazioni svolte in 3 giorni: 10mila tonnellate di rifiuiti raccolti, pulizia di 40mila postazioni in 12mila punti.

In una nota dell’Ama si legge il bilancio delle operazioni per i rifiuti portate a termine nei primi tre giorni della settimana. Si contano circa 10mila tonnellate di rifiuti raccolti a Roma, più degli interventi mirati di pulizia che interessano 40mila postazioni. Sono stati ripuliti i cassonetti stradali e il perimetro circostante in 12mila punti nevralgici della città. In particolare, l’Ama si è focalizzata su aree esterne alle scuole, agli ospedali, ai centri anziani, alle fermate degli autobus, eccetera. Le operazioni Ama sono state messe in atto in accordo con il Campidoglio, “a seguito dell’eccezionale incremento nella produzione di materiali ‘scartati’ da cittadini, pendolari, turisti”.

Tuttavia, la Regione Lazio fa ancora fatica a smaltire i rifiuti, che nella prima decade di maggio sono incrementati di 2600 tonnellate rispetto al 2017. La Regione, infatti, “non è ancora riuscita a rendere effettivamente fruibili le potenzialità impiantistiche già esistenti sul territorio regionale”. Su richiesta dell’Ama, verrà attivato un accordo temporaneo con la Regione Puglia per trattare le eccedenze di produzione. Intanto, “gli impianti di trattamento dell’azienda continuano a lavorare a pieno ritmo”, si legge in una nota. “La linea del termovalorizzatore di San Vittore, che è stata in manutenzione nei giorni scorsi, è tornata in funzione”.