ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 27 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Volontariato, consigliere Gambino: “Àngei de Zena frutto di un lungo lavoro: Genova città all’avanguardia nell’impegno civico”

«Il nuovo regolamento e l’istituzione del gruppo comunale dei Volontari civici “Àgei de Zena” è un risultato storico su cui ho lavorato da quando mi è stata affidata la delega alla Protezione civile – spiega il consigliere delegato al Volontariato Sergio Gambino – con l’approvazione in giunta si apre un nuovo futuro per tutti i volontari genovesi e il Gruppo comunale dei Volontari darà l’opportunità alle associazioni e ai singoli impegnati nel volontariato di avere un adeguato riconoscimento, di accedere a eventuali benefici economici e operare in modo coordinato. In questi anni abbiamo affrontato, con il mondo del volontariato civico e della protezione civile, tragedie come quella del crollo del viadotto Morandi, abbiamo presidiato il territorio nelle allerte meteo, siamo arrivati nel momento del bisogno di tante famiglie, durante l’emergenza Covid, svolto attività di informazione e prevenzione sulle regole anti-contagio e oggi, grazie alla rete del volontariato, siamo in campo per portare aiuti concreti alla popolazione ucraina. Genova è tra le prime grandi città a dotarsi di un gruppo comunale di volontari civici, un’autentica rivoluzione copernicana che darà una struttura omogenea su tutto il territorio, superando la parcellizzazione a livello municipale. Con l’istituzione del gruppo comunale la nostra città conferma la propria vocazione storica di città solidale e di civismo sociale. Il gruppo comunale sarà anche un ottimo strumento che consentirà di avvicinare tanti giovani, anche under 18 con l’assenso dei genitori, sensibilizzandoli sull’importanza del volontariato e del mettersi a disposizione della propria comunità, con un impegno concreto in diversi e articolati settori di competenza».

Nella foto, il consigliere Gambino in partenza, lo scorso 25 marzo, con la missione umanitaria partita per la Polonia in aiuto della popolazione ucraina, realizzata grazie all’unione di diverse realtà liguri tra cui l’istituto comprensivo di Busalla, i Lions e la federazione delle misericordie della Liguria.