ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
sabato 25 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Viabilità, Comuni in linea: liberare dal traffico pesante il centro storico di Pancalieri

Allontanare dal centro storico di Pancalieri il traffico pesante di camion e trattori che insiste sulla Strada Provinciale 129, realizzando un sistema viario esterno al concentrico e prevedendo tra l’altro la trasformazione dell’incrocio a raso tra la Provinciale 141 e la via comunale Circonvallazione in una rotatoria: il progetto per liberare dal traffico il paese al confine tra la Città Metropolitana di Torino e la Provincia di Cuneo è stato al centro dell’incontro che, nell’ambito dell’iniziativa “Comuni in linea”, il Vicesindaco metropolitano Jacopo Suppoha avuto lunedì 13 giugno con il Sindaco di Pancalieri, Luca Pochettino. L’idea oggetto del confronto è quella di di deviare i mezzi pesanti su via Circonvallazione e sulla Provinciale 141, sino al raccordo con la rotatoria al confine con il cuneese, sulla Provinciale 33 di Cuneo (proseguimento della SP 129 di Torino).
Il Sindaco Pochettino ha spiegato che il traffico pesante sulla direttrice Pinerolo-Carmagnola e su quella proveniente da Faule e Saluzzo è un problema molto sentito dai suoi concittadini e che occorrerebbero accorgimenti, sia per allontanare i mezzi pesanti dal concentrico che per rallentare la velocità di transito. La Provinciale 129 potrebbe essere dismessa dalla Città metropolitana al Comune nel tratto in cui attraversa il centro storico, mentre la nuova circonvallazione potrebbe vedere la luce grazie alla creazione di due nuove rotatorie e all’utilizzo di un tratto dell’attuale strada comunale denominata via Circonvallazione. La trasformazione in una rotatoria dell’intersezione a T tra la Provinciale 141 e via Circonvallazione dovrebbe essere accompagnata dal rifacimento di un ponticello, che dovrebbe essere demolito e sostituito con un’infrastruttura scatolare in cemento armato. La spesa ipotizzabile per realizzare la nuova viabilità è di un milione e mezzo di euro, da reperire attraverso la partecipazione a bandi del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.