Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Vercelli, cuore curato senza tagli

Vercelli, cuore curato senza tagli

L’operazione è stata compiuta all’ospedale Sant’Andrea di Vercelli da Francesco Rametta e il suo team di cardiologia

Supportato da un ecografo di ultimissima generazione, Rametta ha eseguito l’operazione tramite una nuova tecniche che consente la sutura diretta del setto per via percutanea, in modalità poco invasiva, “evitando l’intervento di cardiochirurgia e l’assunzione di farmaci antiaggreganti per i mesi successivi”. Si tratta “dei primi casi effettuati con questa tecnica in Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta. Questo è un ulteriore tassello nel programma di attività per qualificare sempre più la nostra Cardiologia”.

In questi casi, sottolineano dall’ospedale, il coagulo di sangue che fa scatenare l’evento ischemico insorge dal cuore, proprio per la presenza di questo buchino nel setto inter-atriale. L’operazione si chiama ‘chiusura del Pfo’, pervietà del foramen ovale, ed è stata eseguita su persone che avevano avuto un ictus cerebrale di natura cardioembolica.