ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 26 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Una donna colombiana rinuncia all’eutanasia dopo un colloquio con il Papa

Il fatto è stato riportato dalla stampa sudamericana.

Una donna colombiana di 56 anni, Consuelo Cordoba, ha rinunciato all’eutanasia dopo aver avuto un colloquio con Papa Francesco durante il viaggio apostolico in Colombia.

La storia di Consuelo

Consuelo è una donna a cui la vita ha riservato molte sofferenze. Il 24 giugno 2011 fu aggredita con l’acido solforico dal suo ex marito, Dagoberto Ensuncho. In seguito all’aggressione, il suo volto è stato sfigurato, riportando danni gravissimi e lesioni complesse. In seguito poi le è stata diagnosticata anche una toxoplasmosi cerebrale. Ha subito più di cento interventi chirurgici. Subito dopo l’aggressione, la donna cercò di reagire al calvario che stava vivendo, anche se da allora è costretta a vivere della carità delle persone, a subire discriminazioni e umiliazioni. L’aggressione ha reso la vita della donna molto difficile, Consuelo ha dovuto rinunciare a moltissime cose, soprattutto al sogno di diventare una stilista e di avere una casa propria.

La scelta dell’eutanasia

Con gli anni le sofferenze, i gravi problemi di salute e lo stress di dover dipendere dagli altri avevano portato la donna a considerare seriamente l’ipotesi dell’eutanasia, tanto da aver iniziato l’iter necessario previsto per questa pratica. L’appuntamento era per il prossimo 29 settembre.

L’ultimo desiderio di Consuelo: incontrare il Papa

Consuelo però aveva un ultimo desiderio prima di morire: incontrare Papa Francesco per avere da lui l’estrema benedizione per riposare in pace. L’incontro è avvenuto presso la Nunziatura Apostolica di Bogotà. Il Papa, dopo aver ascoltato la sua storia, le ha dato la benedizione e le ha chiesto di rinunciare al proposito dell’eutanasia, incoraggiandola a lottare e a vivere per realizzare i suoi sogni. “Grazie a Dio per questo miracolo. Il Papa mi ha abbracciato. Sono felice. Gli ho detto che avevo scelto l’eutanasia e gli ho chiesto di aiutarmi nel compiere il passo. Lui mi ha pregato di desistere da tale proposito, dicendomi che sono una donna coraggiosa e bella.” Queste le dichiarazioni di Consuelo Cordoba a Noticias Caracol.

La rinuncia all’eutanasia

L’incontro con il Pontefice ha inferto nuova forza e speranza alla donna colombiana che ha deciso di scegliere la vita e rinunciare alla morte, nonostante le sofferenze e l’infezione cerebrale. I media sudamericani raccontano che la donna ha contattato il medico del centro per comunicare la disdetta dell’appuntamento. Pare che, nella conversazione, Consuelo abbia detto ironicamente ai sanitari di aspettarla invano perché le sue intenzioni sono quelle di continuare a vivere per realizzare il sogno di avere una casa propria e quello di aprire un salone di bellezza.

In Colombia il numero delle aggressioni con l’acido è preoccupante

In Colombia, i dati relativi alle aggressioni femminili, tramite l’uso di acido, sono allarmanti. Secondo il dipartimento di Medicina Legale, dal 2004 al 2016 sono stati registrati 1.151 aggressioni, escludendo le mancate denunce dovute a paura e vergogna.