ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 15 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

UFOLOGY WORLD 2019 – Dal successo firmato dall’ufologa Francesca Bittarello, all’osservatorio di Catel Gandolfo

Roma – Un successo annunciato UFOLOGY WORLD la prima fiera della Capitale sugli ufo svoltosi l’11 e 12maggio 2019 a Cinecittà World location esclusiva e organizzato in toto dalla famosa ufologa Francesca Bittarello. UFOLOGY WORLD non ha deluso le tante aspettative di questi mesi e si è identificato nel panorama nazionale ed internazionale sia un evento popolare a misura di famiglie che per appassionati del tema ufo, fantascienza, mistero e scienze alternative. La manifestazione è stata organizzata e condotta interamente dalla dottoressa Francesca Bittarello, ufologa nonché organizzatrice di eventi aeronautici e ufologici come il popolare “Convegno di Ufologia Città di Pomezia”. “Erano anni che sognavo di fare questo evento e di portare il mio marchio UFOLOGY WORLD che ho anche registrato all’Ufficio Italiano Brevetti e marchi spiega la Bittarello – Sono stati venduti tanti biglietti con la promo ufo che sarà attiva anche per la seconda edizione con un forte sconto sui biglietti, metodo efficace e che utilizzerò anche per i prossimi anni, perché mi ha permesso di rendermi conto anche della vendita. Nel frattempo per migliorare alcune cose – annuncia l’ufologa – il prossimo evento in programma il 20 e 21 giugno 2020, si farà con il Villaggio di Ufology World all’aperto, e non più ristretto in un Padiglione, con tanti gazebo a tema e con le sale conferenze vicino al Villaggio per semplificare gli spostamenti degli appassionati tra i vari spazi di Ufology world”. Intanto il bilancio della manifestazione a Castel Romano ha soddisfatto le aspettative. Aree padiglioni con gazebo per gli stand, aree mostre ed esposizioni a tema, ma soprattutto tre teatri che hanno ospitato una serie di conferenze a tema, eventi, proiezioni e attrazioni di ogni tipo nel parco a tema di Castel Romano basato sul cinema e sulla televisione. E gli alieni, gli UFO con infinite e bellissime storie di fantascienza si sa, hanno dato tanto a cinema e tv. Un evento nazional-popolare che ha attratto visitatori e curiosi da ogni parte d’Italia affrontando con delicatezza e fantasia ed in maniera divertente un tema, quello della divulgazione ufologica, molto importante. Numerose le associazioni ufologiche, i gruppi e le strutture che hanno aderito all’iniziativa. (Vedere programma UFOLOGY WORLD per tutti i partecipanti). Il prossimo anno 2020 è previsto per il 20 e 21 giugno 2020. L’Organizzatrice già sta partendo con l’organizzazione della seconda edizione e come tappe intermedia aspetta tutti gli appassionati il 3 novembre a Pomezia presso il Simon Hotel per il suo consueto e rinomato Convegno di Ufologia Città di Pomezia.

 L’ultimo video diffuso dal Pentagono

Il filmato è stato acquisito da un sistema Atflir imbarcato su di un caccia F/A-18F della Marina Usa e ufficialmente rilasciato dal Dipartimento della Difesa, quindi i dati non sono contestabiliperché ottenuti grazie alle più avanzate strumentazioni di rilevamento oggi disponibili. Il video è stato analizzato da un altro gruppo di scienziati e ricercatori indipendenti: lo Scu (Scientific coalition for Uap studies ndr), che si definisce “un’organizzazione di ricerca composta principalmente da scienziati, ex ufficiali militari e personale delle forze dell’ordine con esperienza tecnica e background nelle attività investigative”. Le conclusioni, sulle immagini dell’episodio riguardante l’aereo militare e l’Ufo, sono tranchant. “Le accelerazioni dimostrate da tali Aav (anomalous aerial/aerospace vehicle ndr) vanno al di là delle capacità di qualsiasi aeromobile conosciuto”.

Dall’Antichità ai giorni nostri

Gli esperti discutono anche sul periodo in cui sono stati compiuti i primi passi di ricerca per studiare gli Ufo. Una minoranza sostiene che già nelle epoche antiche si ragionasse su questa materia, per essere più precisi il pirmo avvistamento sarebbe stato fatto nel IV secolo a.C. Per altri, invece, tutto inizia nel Novecento: era il 2 luglio 1947 quando ci fu l’incidente di Roswell, ovvero lo schianto al suolo di un pallone sonda appartenente alla United States Air Force. La vicenda divenne famosa poiché secondo le prime notizie divulgate dai giornali e tuttora sostenute da alcuni ufologi, si pensava che lo schianto avvenuto fosse di un Ufo. Proprio per questo avvenimento, oggi si “festeggia” la giornata mondiale degli Ufo. Quest’iniziativa è nata nel 2001 grazie a Haktan Akdogan, del Sirius UFO Space Sciences Research Center della Turchia, per incoraggiare i governi a rendere pubblici i dati da loro in possesso riguardo agli oggetti non identificati. Ma come si celebra il giorno dedicato agli extraterrestri? Ci sono molte possibilità: andare a vedere con i propri occhi luoghi caratteristici dell’ufologia oppure restando a casa, si può fare una maratona di film riguardanti gli alieni oppure fare un “Welcome to earth Party (festa di benvenuto sulla Terra). Evento che ci ricorda l’attesa per la risposta alla domanda che tormentava Enrico Fermi.

L’osservatorio di Catel Gandolfo

Possiamo azzardare che ogni Paese del mondo ha una sua specola. E lo Stato del Vaticano non fa eccezione, visto che a Castel Gandolfo scruta e analizza il cielo da almeno cinque secoli. Proprio ad un gesuita si deve la scoperta della stella Timmers, che ha preso appunto nome dal padre olandese che nel 1946 la individuò per primo. L’attuale direttore non poteva non essere (gesuita) statunitense, Guy Consolmagno.  D’altronde il legame tra Universo e Chiesa cattolica è lapalissiano.