Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Ucciso un 23enne dopo una lite

Ucciso un 23enne dopo una lite

Un ragazzo ucraino di 23 anni, dopo una lite per futili motivi, è stato ucciso da un 26enne bulgaro.

Dopo una lite per futili motivi davanti ad un bar, uno dei due litiganti, un ragazzo di 26 anni, ha deciso che discutere non era abbastanza.

Così ha preso un piede di porco e ha colpito il ragazzo con cui stava litigando, un 23enne ucraino. Il giovane era in Italia da un mese con visto turistico e ospite di un connazionale a Chianche, in provincia di Avellino. Stava decidendo se trasferirsi in Italia definitivamente.

L’omicida è nato in Bulgaria ma è stato adottato da una famiglia italiana che vive a Chiance. L’uccisione è avvenuta per le strade di Sant’Angelo a Cupolo, in provincia di Benevento.

I carabinieri si sono subito recati sul posto. In seguito alle indagini e ai rilievi effettuati hanno provveduto ad arrestare il 26enne e a sequestrare l’arma del delitto.

Adesso l’omicida è rinchiuso nel carcere di Benevento in attesa del processo che avverrà per direttissima. Ancora non sono chiari i motivi che lo abbiano spinto ad un gesto così estremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *