Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Ciociaria > Tragico incidente, muore la mamma: assolto figlio accusato di omicidio stradale

Tragico incidente, muore la mamma: assolto figlio accusato di omicidio stradale

Davide Delfini era stato indagato dopo lo scontro mortale avvenuto sulla Palianese il 27 dicembre 2017. Nel sinistro morì la maestra Lucia Picchia  Non luogo a procedere per Davide Delfini, l’anagnino difeso dall’avvocato Antonio Ceccani dopo che era stato indagato con l’accusa di omicidio stradale a seguito di un incidente con un altro mezzo, avvenuto il 27 dicembre del 2017, che causò oltre ad altri feriti la morte di sua madre, la maestra Lucia Picchia, che era a bordo della sua auto lungo la Palianese Sud. Il cinquantenne guidava la Renault Scenic, sulla quale c’era anche la donna e che, a seguito dell’impatto con una Citroen Jumpy che percorreva la strada in senso opposto, perse la vita a seguito delle gravi ferite e traumi riportati.

Secondo la ricostruzione della Procura, grazie al supporto dei rilievi e delle perizie, il cinquantenne nel percorrere la semicurva, all’altezza del bivio per la località Ponti della Selva, avrebbe omesso di regolare la velocità non tenendo conto delle condizioni della strada (bagnata e viscida) e del traffico (intenso).

Azioni che avrebbero consentito di conservare il controllo del mezzo, con apposita frenata, ed evitare di sbandare per poi investire la Citroen che proveniva in senso opposto. L’indagato è stato difeso dall’avvocato Antonio Ceccani; il giudice Antonello Morante ha emesso la sentenza con la quale ha dichiarato “non luogo a procedere nei confronti di Davide Delfini perché il fatto non sussiste”.

Si chiude così anche processualmente una storia triste e dolorosa che sconvolse un’intera comunità e quanti conoscevano la cara maestra. Tutto accadde il 27 dicembre 2017 intorno a mezzogiorno, con lo scontro tra il furgone Citroën e la Renault Scenic sulla via Palianese Sud all’altezza di San Procolo. La maestra di 72 anni e in pensione non riuscì a salvarsi. Nel sinistro restarono ferite altre persone. Ad avviare le indagini furono i carabinieri. Ora sulla tragedia arriva anche la parola fine dal punto di vista giudiziario per il figlio della maestra.