Sei in: Home > Edizioni Locali > Milano > Trafficante di Rolex fermato al confine tra Lugano e Milano

Trafficante di Rolex fermato al confine tra Lugano e Milano

Un contrabbandiere di orologi di lusso è stato fermato nelle scorse ore dai funzionari delle Dogane e dai militari della guardia di finanza mentre cercava di portare in Italia illegalmente due Rolex.

I guai per lui sono iniziati quando è stato fermato al confine su un treno partito da Lugano e diretto a Milano. Militari e funzionari di Chiasso gli hanno chiesto se avesse con sé beni da dichiarare, ma il passeggero – cittadino italiano – ha detto di no, cercando di sfuggire alla perquisizione.

L’atteggiamento del viaggiatore, visibilmente agitato, ha spinto gli investigatori a fare un ulteriore controllo e dalla tasca interna della giacca sono così saltati fuori due Rolex dal valore di quasi 23mila euro.

A quel punto gli orologi sono stati sequestrati e all’uomo – hanno fatto sapere dalle Dogane in una nota – sono state contestate le accuse di contrabbando ed evasione dell’Iva all’importazione. L’ammontare complessivo del “buco”, tra dazio e Iva, era di quasi 6mila euro.