Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > ‘Tesori rurali’ per fermare spopolamento

‘Tesori rurali’ per fermare spopolamento

Meeting a Pescara a conclusione del primo anno del progetto europeo “Tesori rurali” Erasmus + KA204 “Social entrepreneurship – the heart of rural development – Rural Treasures”. L’iniziativa coinvolge Lettonia, Spagna, Grecia, Paesi Bassi, Romania, Italia, Repubblica Ceca, UK, Turchia e costituisce un’occasione per affrontare l’articolata tematica dell’imprenditoria sociale e come essa può essere elemento cardine in grado di ridurre lo spopolamento delle aree interne e rurali. Il progetto coinvolge lo scambio internazionale di buone pratiche di imprenditoria sociale e di percorsi formativi finalizzati alla promozione e allo sviluppo delle aree interne. All’Aurum sono intervenuti il presidente dell’Associazione Culturale ‘SmartLab Europe’ Annarita Bini, la coordinatrice capofila del progetto Arnita Gaiduka (Lettonia), il presidente di ConfCooperative regione Abruzzo Massimiliano Monetti, che ha presentato le “Buone pratiche”di impresa per lo sviluppo sociale e cooperativo in Abruzzo, il presidente del Consorzio dello zafferano dell’Aquila Dop Massimiliano D’Innocenzo che tratterà l’agricoltura di comunità e tesori rurali. Sono state presentate buone pratiche di imprenditoria sociale da parte dei partner greci e romeni; infine la referente della comunicazione dell’Unità EPALE Italia Alessandra Ceccherelli ha illustrato il contributo della piattaforma EPALE (Electronic Platform for Adult Learning in Europe) per apprendere in dimensione europea, coordina i lavori la giornalista Mila Cantagallo. Nella giornata di sabato 26 ottobre, l’Associazione culturale SmartLab Europe ha organizzato un bus tour alla volta di Navelli e Fontecchio (L’Aquila) per conoscere alcune buone pratiche di imprenditoria sociale in Abruzzo. Il tour ha compreso la raccolta dei fiori di zafferano nei campi di Civitaretenga, lo svolgimento dell’attività della sfioratura, cui è seguita la visita al complesso monastico di Bominaco. Altra tappa del tour sarà Fontecchio dove si è tenuto l’incontro con la cooperativa Le Fonti oltre alla visita del borgo e delle botteghe.