ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 3 Ottobre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Terremoto, due scosse in serata in Abruzzo e in Emilia

Le scosse sono avvenute alle 20.01 in Emilia e alla 21.58 in Abruzzo.

Due forti scosse di terremoto avvertite in Emilia e in Abruzzo. In Emilia intorno alle venti, di magnitudo 3.7, con epicentro sulle colline dell’Appennino, ad una profondità di 9,5 km. Scossa avvertita anche in Liguria, Toscana e Lombardia. In abruzzo, di magnitudo 3.9, con epicentro localizzato tra Scurcola Marsicana, Magliano de’ Marsi e Avezzano, ad una profondità di 8 km. Avvertita nel territorio a confine tra Lazio e Abruzzo e in tutto il centro Italia.

La scossa in Abruzzo

Molta gente, nelle zone vicine all’epicentro, si è riversata in strada in preda al panico. Il sisma è stato avvertito fortemente in tutto il centro Italia: L’Aquila, Tivoli, Roma, Guidonia, Colli Albani. Avvertita anche in Ciociaria, nella Valle del Comino e nel sud pontino, compresa Latina e i paesi dell’entroterra.

Primo giorno di scuola rimandato

Il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, ha annunciato tramite la sua pagina fb di aver firmato “a scopo precauzionale, un’ordinanza per la sospensione delle attività didattiche delle scuole di Avezzano di ogni ordine e grado per domani lunedì 11 settembre, al fine di poter effettuare una immediata verifica degli edifici alla luce della scossa avvertita questa sera in città”. I cittadini di Avezzano hanno molto apprezzato la tempestività del primo cittadino.

Il punto del sismologo

Il sisma non ha alcun legame né con la sequenza che si è attivata con il terremoto di Amatrice, né con la struttura relativa al sisma de L’Aquila del 2009. “Sicuramente si è attivata un’altra struttura” – ha spiegato all’Ansa il presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Carlo Doglioni. “Questo terremoto – ha proseguito – è avvenuto in una zona a Sud di Campotosto e vicinissima ad Avezzano, sede del terremoto del 1915: una delle zona più sismiche d’Italia”. Al momento e’ stata registrata una replica di magnitudo 1,8 e “nei prossimi giorni seguiremo la situazione con la massima attenzione per capire se si tratta di una sequenza oppure di due 2 eventi isolati”.

La scossa in Emilia

Questa di stasera è la quarta scossa, con magnitudo superiore a 3.0, che colpisce il Nord negli ultimi 5 giorni: prima la scossa di magnitudo 3.4 a Voltago Agordino (Belluno) alle 14:22 di mercoledì, seguita da un’altra di magnitudo 3.1 dopo pochi minuti. Ieri sera la scossa di magnitudo 3.0 vicino a Comacchio, avvertita a Ravenna.