ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
venerdì 30 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Teatro Massimo. In arrivo la liquidazione della prima tranche del FUS, il contributo ministeriale 2022

Notizie (data pubblicazione 03 Aprile 2022)
Mappa

È stato firmato dal direttore generale del Ministero della Cultura il decreto di liquidazione della prima tranche del FUS, il Fondo Unico per lo Spettacolo destinato alla Fondazione Teatro Massimo per l’anno 2022. Nei prossimi giorni sarà versata nelle casse della Fondazione la prima tranche del contributo ministeriale così come è in arrivo da parte del Comune di Palermo la liquidazione di 500 mila euro provenienti dalla tassa di soggiorno versata nei primi mesi del 2022 e l’anticipo del finanziamento da parte della Regione Siciliana.
 
“L’erogazione della quota del FUS spettante alla Fondazione Teatro Massimo da parte del Ministero – dichiara il presidente della Fondazione Teatro Massimo e sindaco di Palermo Leoluca Orlando – costituisce la conferma di un percorso di messa in sicurezza di questa importante istituzione culturale e di massima attenzione da parte di tutte le Istituzioni coinvolte. Nonostante le grandi difficoltà anche la Regione Siciliana e il Comune di Palermo hanno assicurato massima attenzione al Teatro Massimo e la gestione e i risultati degli anni passati sono una conferma della qualità della produzione artistica ma anche della attenta gestione amministrativa e finanziaria. Come presidente non posso che esprimere il mio grande apprezzamento per quanto si è fatto negli anni passati certo che lo stesso si farà anche nel presente e negli anni futuri”.
 
E aggiunge il Sovrintendente Marco Betta: “L’impegno del presidente e Sindaco Leoluca Orlando e del Comune, apre a un momento di maggiore serenità che ci permette di lavorare in continuità con quanto già fatto in passato, con tutte le attenzioni che questo periodo ci impone. Continueremo a impegnarci – prosegue – per garantire il massimo di qualità della produzione artistica, i livelli occupazionali e la sostenibilità finanziaria. Ma obiettivamente le notizie di oggi e degli ultimi giorni ci permettono di guardare al futuro con più serenità per superare questa recente fase di criticità”.