Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Stato di emergenza a New York per ‘coda’ uragano Ida, almeno 10 morti

Stato di emergenza a New York per ‘coda’ uragano Ida, almeno 10 morti

 

E’ aumentato ad almeno 10 vittime, incluso un bambino di due anni, il bilancio delle inondazioni provocate dalla coda dell’uragano Ida nel nordest degli Stati Uniti: rispetto al conteggio precedente, si tratta di quattro morti in più, tre dei quali nella città di New York e uno nello Stato della Virginia. Secondo quanto riporta il New York Times, che cita la polizia della città, a New York City (NYC) le vittime sono finora almeno sette, di età compresa tra 2 e 66 anni.

A queste si aggiungono, oltre alla vittima della Virginia, un morto nel New Jersey e un altro nel Maryland. 

Tutti i collegamenti ferroviari, eccetto quelli con Atlantic City, sono stati sospesi. Proseguono intanto le operazioni di evacuazione dei passeggeri della rete metropolitana di New York City, riporta la Cnn.

La città di New York ha registrato ieri, nell’arco di soli 60 minuti, 80,01 mm di pioggia, la più grande quantità d’acqua mai caduta sulla metropoli statunitense: lo riporta Sky News. Il rilevamento è stato fatto al Central Park di Manhattan dalle 20:51 alle 21:51 di mercoledì ora locale (le 2:51-3:51 di oggi in Italia). Il record precedente, di 49 mm, era stato segnato il mese scorso dopo il passaggio della tempesta tropicale Henri.

Il governatore di New York, Kathy Hochul, intanto, ha dichiarato lo stato di emergenza poiché la ‘coda’ della tempesta Ida ha causato massicce inondazioni in città e negli Stati Uniti nordorientali.

“Sto dichiarando lo stato di emergenza per aiutare i newyorkesi colpiti dalla tempesta”, ha twittato Hochul. Ida, che domenica si è abbattuto sugli Stati Uniti meridionali come uragano di categoria 4, ha causato tornado e inondazioni mentre si dirigeva verso nord.