Streaming
Sei in: Home > Esteri > Americhe > Stati Uniti, Polizia uccide rapper nero mentre dorme nella sua auto: famiglia grida all’omicidio razziale

Stati Uniti, Polizia uccide rapper nero mentre dorme nella sua auto: famiglia grida all’omicidio razziale

E’ avvenuto in California, vicino San Francisco

 

I fatti sembrerebbero parlare chiaro, fino a prova contraria, riguardo l’omicidio di un rapper di colore nella sua auto per mano della Polizia californiana. Il ventenne stava dormendo con la vettura accesa all’esterno di un Taco Bell, una catena americana di cibo messicano, e non avrebbe risposto ad un primo richiamo quindi gli agenti l’avrebbero ucciso. La famiglia del giovane, Willie McCoy,  ha denunciato un omicidio a sfondo razziale, sostenendo che non c’era giustificazione per usare la forza contro una persona che dormiva e che non era una minaccia.

Il presunto omicidio a sfondo razziale è avvenuto in California, a Six Vallejo, ad una cinquantina di km a nord est di San Francisco. La Polizia ha fornito una sua versione dei fatti che vede gli agenti impegnati nel controllare McCoy, dopo che un dipendente del Taco Bell aveva chiamato il numero di emergenza segnalando un uomo con la testa appoggiata al volante della sua auto all’esterno del locale. Il ventenne era nella vettura accesa, con le porte chiuse e non avrebbe risposto ad un primo richiamo. Oltretutto, sempre secondo la Polizia californiana, Willie avrebbe avuto una pistola in grembo. Tutto questo non giustificherebbe un accanimento, secondo la famiglia del rapper, innanzitutto contro un uomo indifeso e dormiente, poi senza alcun motivo.