Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Spaccio e resistenza, i Carabinieri arrestano pusher nella notte

Spaccio e resistenza, i Carabinieri arrestano pusher nella notte

Controlli intensificati sul territorio per prevenire i crimini di droga e garantire la sicurezza: questa notte a Potenza i Carabinieri hanno fermato uno spacciatore.

I Carabinieri della Stazione di Muro Lucano hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 41enne del luogo, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a un pubblico ufficiale. Nel dettaglio, i Carabinieri, intorno alle ore 02:30, mentre eseguivano un mirato servizio finalizzato a contrastare i reati in materia di droga nel centro abitato, hanno visto l’uomo stazionare con fare circospetto all’interno di un bar dov’erano presenti molti giovani avventori.
I militari, dopo averlo avvicinato, lo hanno invitato a seguirli all’esterno del locale per controllarlo.
Lo stesso, però, manifestando un evidente stato di agitazione, ha tentato, fulmineamente, di disfarsi di un involucro, gettandolo in un cestino. Il gesto è stato notato da un Carabiniere che, prontamente, ha recuperato e verificato trattarsi di una confezione in cellophane, al cui interno erano riposte cinque dosi di cocaina da mezzo grammo ciascuna, per un peso complessivo di 2,5 grammi.

Dovendo compiere ulteriori verifiche, il soggetto è stato accompagnato nella locale Caserma dei Carabinieri, ove ha inveito contro gli operanti, fino ad opporre resistenza attiva nei loro confronti, evidentemente nel tentativo di allontanarsi, prima che lo stesso venisse ricondotto pacificamente alla calma. L’uomo, a conclusione degli accertamenti, è stato tratto in arresto. L’episodio è da compendiare tra le numerose attività nello specifico settore che i Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza stanno conducendo in questa stagione estiva, intensificate su tutto il territorio di competenza, in concomitanza di una significativa presenza, nelle diversa comunità del potentino, così da scoraggiare la commissione di tali delitti, spesso favoriti da momenti di maggiore aggregazione, soprattutto tra i giovani. Anche nei giorni a venire verranno svolti ulteriori analoghi servizi, attraverso il coinvolgimento dei reparti territoriali e di specialità dell’Arma.