ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
sabato 25 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Sorvegliati di nascosto e Licenziati controllori Tper, per aver prodotto poche multe durante periodo covid.. !

Nella giornata di ieri, 18 aprile 2021, l’azienda Holacheck Srl ha licenziato quattro verificatori dei titoli di viaggio sui mezzi di trasporto pubblico T-Per di Bologna.

Questi licenziamenti arrivano a seguito di altrettante contestazioni disciplinari – dopo aver controllato in segreto ilavoratori per mesi senza alcuna comunicazione e tutele certe – che attribuivano a questi lavoratori la colpa di essersi fermati durante il proprio lavoro, in piena zona rossa e con le difficoltà che esercizi commerciali chiusi e difficili condizioni climatiche dell’inverno, al fine di espletare i propri bisogni fisiologici o di ristoro; la colpa di essere stati “poco produttivi” per numero di linee controllate e di verbali emessi, a prescindere dal fatto che il divieto di spostamenti possa aver comportato anche una diminuzione dell’utenza; la colpa di non aver rispettato procedure di rendicontazione del lavoro svolto.

Tutto ciò proprio a seguito di un difficile tavolo di confronto che le Organizzazioni Sindacali avevano richiesto all’azienda al fine di cercare di fare chiarezza sull’organizzazione del lavoro, sulle modalità di svolgimento delle mansioni dei lavoratori durante questo grave periodo di pandemia e, sicuramente, anche al fine di evitare ciò che effettivamente è avvenuto: l’utilizzo da parte dell’azienda di queste difficili condizioni di lavoro nell’appalto durante il prolungarsi dell’emergenza pandemica per liberarsi di lavoratori scomodi o non graditi.

Le Organizzazioni Sindacali Filcams Cgil e Fisascat Cisl solo un mese fa avevano già denunciato tramite la proclamazione dello stato di agitazione, di tre giornate di sciopero e di comunicati stampa l’assoluta mancanza di volontà da parte aziendale di mantenere delle relazioni sindacali costruttive e concrete, a fronte delle giuste richieste portate altavolo di trattativa. Non si vorrebbe, inoltre, che detti provvedimenti celino tentativi di licenziamenti per motivi oggettivi mascherati a frontedel calo di attività e della riduzione della riscossione delle multe causato dagli effetti economici della pandemia, dasempre oggetto delle posizioni aziendali al tavolo di trattativa.

Nel contestare nuovamente all’azienda questi comportamenti di aperta ostilità verso le Organizzazioni Sindacali e leproprie rappresentanze, a fronte dell’utilizzo spropositato dell’istituto del licenziamento disciplinare verso lavoratori padridi famiglia, iscritti e delegati sindacali, Filcams Cgil e Fisascat Cisl faranno fronte comune per tutelare i lavoratoridell’appalto impugnando in ogni sede questi provvedimenti.

A sostegno delle vertenze i colleghi effettueranno il giorno 21/04/2021 un’ intera giornata di sciopero con un sit-in davanti alla sede T-PER in via Saliceto 3 dalle ore 12.

FILCAMS CGIL BOLOGNA

Alessandro Fabbri

FISASCAT CISL A.M. Bolognese

Giuseppina Cupaiuolo