Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Scandalo parcheggi: opposizioni unite

Scandalo parcheggi: opposizioni unite

image_pdfimage_print

È scoppiata una polemica per la questione dei parcheggi non pagati vicino a palazzo vecchio.

Le persone coinvolte sono i dipendenti comunali Sas e un dipendente di Palazzo Vecchio.

Il consigliere regionale della Lega Jacopo Alberti commenta: “Ma il Comune ha mai controllato? Un oltraggio alla città di Firenze e a tutti i fiorentini. Questa inchiesta ha aperto un ‘vaso di Pandora’ sulle attività abusive in città che vengono in qualche modo ‘coperte’ da chi opera nel sistema. Per troppi anni, si sono tollerati i parcheggiatori abusivi e poi si scopre che erano protetti da chi avrebbe dovuto controllare. Non è possibile che in tutti questi anni nessuno negli uffici dell’amministrazione si fosse accorto della ‘banda dei parcheggi’ e dell’assenteismo dei dipendenti della Sas coinvolti”.

Alla dichiarazioni della Lega, fanno eco le parole di Forza Italia. A queste dichiarazioni, rispondono il capogruppo Pd e la capogruppo Lista Nardella a Palazzo, Nicola Armentano e Mimma Dardano: “Parole che sanno di sciacallaggio politico, quelle che arrivano dai banchi delle opposizioni.

C’è un’inchiesta in corso di cui ancora non si conoscono tutti gli elementi, non è la politica a dover emettere giudizi. Basta quindi con la facile demagogia, le opposizioni evitino di sparare sentenze.

Noi tutti, maggioranza e amministrazione, siamo i primi a volere che venga fatta piena luce sulla vicenda e siamo pronti a condannare ogni forma di illegalità.

E per questo siamo orgogliosi del grande lavoro svolto dalla Polizia Municipale che ringraziamo per l’impegno messo in campo, risultato determinante nel risolvere un problema di abusivismo grave e riportare la legalità. La Giunta ha già dimostrato fermezza nell’affrontare questa situazione e la porterà avanti”.“