Streaming
Sei in: Home > Articoli > Arte e Cultura > Cinema > Roma, regista arrestato per violenza contro 5 aspiranti attrici, di cui 3 minorenni

Roma, regista arrestato per violenza contro 5 aspiranti attrici, di cui 3 minorenni

«Ti faccio fare un film»

 

 

Violenza sessuale aggravata è l’accusa per P. Flamini, regista 69enne di Roma, che approfittava della sua posizione per compromettere le aspiranti attrici. I carabinieri della Compagnia San Pietro hanno arrestato l’uomo accusato di violenza sessuale aggravata nei confronti di cinque ragazze, di cui tre minorenni all’epoca dei fatti. Tra il 2011 ed il 2018 Flamini avrebbe costretto le attrici ad avere rapporti con lui durante i provini per la produzione di un ipotetico film, mai realizzato, all’interno degli studi di un’accademia in zona Aurelia.

Reclutava le giovani attrici attraverso gli annunci online e si faceva chiamare “il maestro”. Le richieste erano sempre le stesse: «età tra i 18 e i 22 anni, di bellissima presenza e non troppo alte». Vietava categoricamente di «non contattare direttamente o telefonicamente le produzioni», per evitare di essere scoperto. Le violenze sono terminate dopo la denuncia di due stretti collaboratori del regista, che hanno raccontato tutto ai Carabinieri.

Flamini è stato arrestato oggi dai militari della compagnia San Pietro, eseguendo l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Roma su richiesta della Procura della Repubblica. L’uomo si trova ora ai domiciliari.