Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Roma, fermato trentenne per violenza e poi trovato in possesso di cocaina

Roma, fermato trentenne per violenza e poi trovato in possesso di cocaina

Doppio arresto ai danni di un trentenne che prima veniva fermato per violenza e resistenza, e poi è stato arrestato per possesso ai fini di spaccio.

Un trentenne di Roma è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato per violenza e resistenza. Anziché trascorrere l’arresto in carcere, l’uomo doveva passare il periodo di detenzione in attesa del processo ai domiciliari, ma proprio mentre gli agenti lo stavano riportando a casa hanno fatto un’ulteriore scoperta che gli è costata un secondo arresto. Il trentenne, infatti, è stato trovato in possesso di cocaina destinata allo spaccio. Doppio arresto, un detenuto, per la Polizia di Stato tra Esquilino e Primavalle. Il malcapitato è E.G., un giovane romano di appena 30 anni, 33 per essere precisi. È stato lui il caso più singolare affrontato oggi durante la giornata di udienze a Piazzale Clodio, nella Capitale. È infatti dovuto comparire in due diverse aule, e ha dovuto affrontare le due accuse del duplice arresto, a distanza di poche ore.

La prima azione che gli ha procurato l’arresto è iniziata alle 6 del mattino di ieri, in via Emanuele Filiberto. E.G. era in macchina con una donna, quando una pattuglia del commissariato Esquilino ha chiesto di effettuare un controllo, costringendo lui a scendere dalla sua utilitaria. Era palesemente innervosito, tanto che appena la donna ha provato a rivolgergli qualche parola per confortarlo e calmarlo, questo si è incendiato e ha cominciato a darle contro. Ma non si è limitato a questo, perché dopo aver insultato la donna ha rivolto i suoi improperi contro le forze dell’ordine in servizio, per poi passare alle mani, tanto che per bloccarlo uno dei due agenti è rimasto ferito. È stato ammanettato e portato negli uffici del commissariato per gli atti di rito, e poi è stato riportato a casa in attesa del processo. Entrati in casa sua a Primavalle, però, i poliziotti hanno notato un bilancino di precisione con delle tracce di cocaina e una dose della sostanza. Un controllo approfondito ha portato al ritrovamento di altri 6 grammi di cocaina e tutto il necessario per confezionare le dosi. E così è arrivata anche il secondo arresto, con la seconda denuncia, questa volta per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.