Streaming
Sei in: Home > Articoli > Ambiente > Roghi di rifiuti e discariche abusive, le denunce della Forestale

Roghi di rifiuti e discariche abusive, le denunce della Forestale

Due denunce nell’Astigiano da parte dei Carabinieri Forestali roghi di rifiuti illeciti e per una discarica abusiva.

Negli ultimi giorni i Carabinieri Forestali di Nizza Monferrato (Asti), in collaborazione con la Stazione Carabinieri di Mombercelli, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria due individui per reati ambientali. Il primo è un agricoltore cinquantanovenne di Vinchio (Asti), che nel tempo aveva preso l’abitudine di sversare rifiuti da demolizione e altro materiale di vario genere da un pendio vicino al cortile della sua casa. Insomma, una sorta di discarica abusiva privata. L’area in cui venivano gettati i rifiuti si estendeva per una superficie di circa 500 metri quadri, ma ancora non si sa quale impatto abbiano avuto le sostanze sul terreno. Risulta difficile, infatti, calcolare esattamente i danni o l’estensione della discarica, data l’accidentalità del terreno e soprattutto la mescolanza dei rifiuti con la terra. Gli inquirenti stanno lavorando per quantificare con più precisione il volume e l’esatta natura e composizione del materiale scaricato.

Negli stessi giorni, anche i Carabinieri Forestali di Canelli sono intervenuti per spegnere un rogo di rifiuti nel Comune di Calamandrana. Questa volta il responsabile e primo indiziato sarebbe un agricoltore di 30 anni, che aveva appiccato il fuoco per liberarsi degli scarti avanzati dalla propria attività, misti a rifiuti urbani di vario tipo. Quest’ultimo è stato denunciato per smaltimento illecito di rifiuti. Doppio colpo nell’Astigiano quindi, ma l’azione dei Carabinieri Forestali non si placa.