Sei in: Home > Edizioni Locali > Raggi a Radio Radio: “Più poteri e più fondi, vedrò Conte”

Raggi a Radio Radio: “Più poteri e più fondi, vedrò Conte”

image_pdfimage_print

Il sindaco di Roma, ai microfoni di Radio Radio, ha fatto un bilancio degli ultimi due anni di giunta.

“Nei primi due anni abbiamo rimesso i conti in ordine, fatto ripartire gli appalti, i compiti li abbiamo fatti. Ora io dico: Roma Capitale non può essere trattata come tutte le altre città perché deve essere il volano d’Italia. Abbiamo la necessità che il Governo riconosca poteri speciali per Roma, anche perché tutto ciò che avviene a Roma è di portata nazionale e consuma la città, la brucia. Abbiamo necessità che Roma risponda con la massima rapidità e solidità e anche, dove serve, un supporto finanziario”.

Per quanto riguarda invece il tema degli sgomberi, un’altra questione che affligge la Capitale: “Se il ministero vuole accelerare dobbiamo collaborare tutti, anche la Regione che per legge deve aiutarci. La legalità è importantissima ma non può travalicare i diritti delle persone. Devono andare di pari passo. I diritti dei proprietari devono essere tutelati insieme anche ai diritti delle persone che stanno lì dentro. I Comuni si mettono a disposizione, le Regioni supportano i Comuni per l’accoglienza. E in questo modo si riesce a trovare quel cuscinetto che consente piano piano di ripristinare la legalità”.