Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Ragazza segregata in casa perché omosessuale

Ragazza segregata in casa perché omosessuale

La ragazza, scappata più volte da casa sua, ha chiamato il Gay Center

Questa è la storia di una ragazzina di 17 anni, residente in provincia di Roma, tenuta in casa dai genitori dopo che, all’incirca un anno fa, avevano scoperto della sua omosessualità.

Era riuscita a scappare ben due volte; durante la prima volta, aveva chiamato le Forze dell’Ordine, inutile però la sua denuncia, tant’è che i carabinieri l’avevano “riconsegnata alla famiglia”.

La seconda volta invece, la ragazza aveva digitato il numero verde del Gay Center “Help Line” (800713713). Grazie a questa telefonata, e al supporto dell’Osservatorio di Polizia e Carabinieri contro le discriminazioni, è stata liberata.

Queste le parole di Federico Marrazzo (Gay Center): “La ragazza ha raccontato una situazione familiare molto grave, da quando i genitori, un anno fa, hanno scoperto che era lesbica. Viveva in un clima di violenza e era sequestrata in casa e non poteva uscire.Quando rimaneva sola in casa, i genitori chiudevano la porta a chiave con lei dentro”.

Del caso se ne sta occupando la Procura dei Minori.