Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Radio Studio 54 sequestrata: incitava all’odio razziale

Radio Studio 54 sequestrata: incitava all’odio razziale

Radio Studio 54 è sequestrata perché incitava all’odio razziale.

L’emittente radiofonica di Scandicci, Radio Studio 54 è stata sequestrata dai carabinieri esecuzione di un’ordinanza del tribunale del riesame.

Le trasmissioni dello speaker Guido Ghieri sono stata sospese perché incitavano all’odio razziale. Il tribunale del riesame ha accolto l’appello presentato dal pm Christine von Borries.

Durante la trasmissione “La Voce del Popolo”, Gheri avrebbe insultato il suo ex avvocato e un ospite. Non solo, avrebbe anche diffuso messaggi razzisti e xenofobi.

Nel verbale si legge che lo speaker ha inneggiato a “un vero e proprio odio razziale ed etnico diretto agli extracomunitari in quanto tali, come tale idoneo a determinare in concreto il pericolo di comportamenti discriminatori”.

Inoltre, Gheri aveva attaccato le persone di religione musulmana definendoli “cannibali, mostri, stupratori, violentatori, spacciatori”, ma anche “malati mentali e barboni del c…”. Inoltre, aveva attaccato pesantemente l’ex ministro Cecile Kyenge, definendola “mostriciattolo” e rivolgendole altri epiteti di stampo razzista.

Per concludere, aveva insultato anche il suo avvocato. Lo aveva chiamato “lo sciancato” e in diretta aveva anche detto: “Pensa solo ai soldi arrampicatore sociale e doppiezza come persona”.