Sei in: Home > Esecuzioni Immobiliari > Esecuzioni Bari > R.G.E. 835/2016

R.G.E. 835/2016

TRIBUNALE CIVILE DI BARI

UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI

PROC. N.  835/2016 R.G.E.

    GIUDICE : DOTT.  M. DE PALMA

L’avv. Giandomenico Lavermicocca, professionista delegato alla vendita dal Giudice dell’Esecuzione, dott. Michele De Palma, nella procedura esecutiva immobiliare n. 835/2016 R.G.E. Tribunale Bari, in virtù di ordinanza 14.12.2018, ritenuto necessario fissare la vendita del bene immobile di seguito indicato; avvisa che il giorno 18 settembre 2019, a partire dalle ore 15,00, e per i successivi cinque giorni lavorativi (con esclusione del sabato e della domenica) si terrà la vendita senza incanto ai sensi dell’art. 571 c.p.c., con modalità esclusivamente telematica ed eventuale gara telematica asincrona, del bene sotto indicato e analiticamente descritto nella relazione del 6.9.2017 redatta dall’ing. Andrea Maurelli, allegata al fascicolo della esecuzione che dovrà essere consultata dall’eventuale offerente ed alla quale si fa espresso rinvio per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali pesi e oneri a qualsiasi titolo gravanti sui beni:

LOTTO A: piena proprietà del terreno agricolo sito in agro di Giovinazzo, alla contrada Castello, esteso per are trentuno e centiare ottantacinque (are 31,85), identificato in Catasto Terreni del Comune di Giovinazzo al foglio 8, particella 119, uliveto, classe 3. L’accesso al fondo rustico avviene da contrada Castello, in prossimità della SS16, attraverso una strada interpoderale. Il terreno in questione è tipizzato dal vigente P.R.G.C. come “zona di espansione di nuovo impianto” di tipo “C3”. Si precisa che al momento della redazione del presente avviso di vendita il terreno agricolo è libero. Esso si trova in buono stato di manutenzione e conservazione, così come accertato dal rilievo fotografico esterno consultabile dalla ctu. Legittimità urbanistica/ediliziadalla consulenza tecnica d’ufficio non risultano difformità urbanistico-edilizie.

PREZZO BASE D’ASTA   € 81.200,00 (EURO OTTANTUNOMILA/200)
    OFFERTA MINIMA (PARI AL 75% DEL PREZZO-BASE)€ 60.900,00 (EURO SESSANTAMILANOVECENTO/00).              RILANCIO MINIMO € 1.000,00             NON SONO AMMESSE OFFERTE IN AUMENTO PRESENTATE CON IMPORTI DECIMALI.    L’IMMOBILE POTRÀ ESSERE VISIONATO PREVIO APPUNTAMENTO DA FISSARSI CON IL PROFESSIONISTA DELEGATO (TELEFONO N. 3381041646).
PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA ESCLUSIVAMENTE TELEMATICA

La presentazione delle offerte di acquisto potrà essere formulata esclusivamente in via telematica, tramite il modulo web “Offerta telematica” del Ministero della Giustizia a cui è possibile accedere dalla scheda del lotto sulla piattaforma https://vendite telematiche.tribunaliitaliani.it . L’offerta, comprensiva dei documenti allegati, dovrà essere depositata entro le ore 12,00 del giorno antecedente alla vendita 11 settembre 2019, inviandola all’indirizzo Pec del Ministero della Giustizia offertapvp.dgsia@giustiziacert.it. L’offerta dovrà contenere la data, l’ora e il numero di CRO del bonifico effettuato per il versamento della cauzione, che dovrà riportare la causale “Proc. Esecutiva n. 835/2016 R.G.E., lotto A, versamento cauzione” L’offerente prima di effettuare l’offerta di acquisto telematica, deve versare a titolo di cauzione una somma pari (o comunque non inferiore) al dieci per cento (10%) del prezzo offerto, esclusivamente tramite bonifico bancario sul conto corrente Bnl, intestato alla procedura (Esec. Imm. Proc. N. 835/2016) avente le seguenti coordinate iban : IT05E0100504199000000003327.  Il bonifico con causale “Proc. Esecutiva n. 835/2016 R.G.E., lotto A, versamento cauzione”, dovrà essere effettuato in modo tale che l’accredito delle somme abbia luogo entro il giorno precedente l’udienza di vendita telematica.

Presso lo studio sito in Bari alla via Argiro n. 123, sede locale partner Edicom, del Gruppo Editoriale 77 post, ed al numero telefonico 0805722975 (Sig.ra Sara) è possibile ricevere maggiori informazioni ed assistenza per l’attività di registrazione all’area riservata per l’utilizzo della piattaforma di gestione della vendita telematica, nonché il supporto tecnico e informativo per la compilazione delle informazioni necessarie.

SI SEGNALA CHE PER LA VENDITA DEL PRESENTE IMMOBILE IL TRIBUNALE NON SI AVVALE DI MEDIATORI E CHE NESSUN COMPENSO PER MEDIAZIONE DEVE ESSERE DATO AD AGENZIE IMMOBILIARI.