Sei in: Home > Esecuzioni Immobiliari > Esecuzioni Genova > R.G.E. 751/2016

R.G.E. 751/2016

image_pdfimage_print

III AVVISO DI VENDITA
NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE
R.G.E. 751/2016

La professionista Dott.ssa Maria Pellegrino con studio in Genova Via XX Settembre 3/10, delegata alla vendita della procedura in epigrafe, avvisa che il giorno 16/04/2020 ORE 14.00 presso l’aula 46 del Tribunale di Genova, P.zza Portoria 1, piano terra, si procederà alla VENDITA TELEMATICA SINCRONA MISTA , con conseguente possibilità di presentare l’offerta in via cartacea o telematica dei beni di seguito riportati:

Appartamento in Via Don Minetti 44/4 Appartamento ubicato a Rossiglione (GE) – VIA DON MINETTI 44, edificio 1, scala 1, interno 4, piano T-1, composto da ingresso/corridoio, una camere, cucina, un bagno, una cantina pertinenziale. Dati catastali: foglio 20, mapp.838, sub.6, cat. A/3, classe 2, superficie catastale 51 mq, rendita 229,31; Confini: Nord: vano scala, interno 5 Est: interno 5 Sud: torrente Berlino, cortile condominiale Ovest: interno 3 Sopra: interno interno 9 Sotto: garage cantina Nord: corridoio Est: cantina U Sud: torrente Berlino Ovest: proprietà condominiale. Regolarità edilizia: La costruzione è antecedente al 01/09/1967. Non sono presenti vincoli artistici, storici o alberghieri. Non sono presenti diritti demaniali o usi civici. L’immobile risulta agibile. Esistono delle difformità rispetto alla planimetria catastale che necessitano di sanatoria. Certificazione energetica G n.07201845630 del 20.12.2018 con scadenza al 20.12.2028

PREZZO BASE D’ASTA € 21.040,00
PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA CARTACEA

Le offerte dovranno pervenire in busta chiusa che dovrà essere consegnata direttamente dall’interessato, o da un suo delegato, presso lo studio del Professionista Delegato Dott.ssa Maria Pellegrino con studio in Genova Via XX Settembre 3/10 entro le ore 12,00 del giorno 15/04/2020 precedente fissato per la vendita, previo appuntamento telefonico 55.33.030. All’offerta dovrà essere allegato un assegno circolare non trasferibile o vaglia postale, intestato al “Tribunale di Genova – RGE 751/16“, di importo non inferiore al 10% del prezzo offerto, da imputarsi a titolo di deposito cauzionale, che sarà trattenuto in caso di rifiuto dell’acquisto; escluso ogni pagamento in forma telematica.

PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA TELEMATICA

Le offerte telematiche di acquisto devono pervenire dai presentatori dell’offerta entro le ore 12.00 del giorno precedente all’esperimento della vendita mediante l’invio all’indirizzo di PEC del Ministero offertapvp.dgsia@giustiziacert.it utilizzando per la compilazione guidata dell’offerta telematica esclusivamente il modulo web denominato “Offerta telematica” predisposto dal Ministero della Giustizia, reperibile all’interno della scheda del lotto in vendita presente sul portale ministeriale http://pvp.giustizia.it ovvero procedere tramite www.astetelematiche.it. L’offerente per essere ammesso alla vendita telematica, deve comprovare l’avvenuta costituzione della cauzione a garanzia dell’offerta. Il versamento della cauzione sul conto corrente intestato alla Procedura con la seguente causale: “Cauzione PROC.ES.IM. RGE 751/16– nome di chi versa”. I pagamenti in conto corrente previsti nel presente avviso di vendita dovranno essere effettuati sul conto intestato alla Procedura ES.IM. 751/16 presso Banca Passadore spa iban IT 81 Z 03332 01400 000 000 961945.  Il mancato accredito del bonifico sul conto indicato è causa di nullità dell’offerta.

Gli interessati potranno prendere preliminare visione del presente avviso, della relazione di stima e delle foto ,sul portale del Ministero della Giustizia (https://pvp.giustizia.it/pvp/it/homepage.page), e sui siti internet www.astegiudiziarie.it, www.cambiocasa.it, www.ogginotizie.it; www.immobiliare.it; www.enti etribunali.it; www.genova.repubblica.it.

Per maggiori informazioni che per concordare le visite all’immobile in vendita contattare il Custode giudiziario Sovemo spa al tel. 010.5299253

SI SEGNALA CHE PER LA VENDITA DEL PRESENTE IMMOBILE IL TRIBUNALE NON SI AVVALE DI MEDIATORI E CHE NESSUN COMPENSO PER MEDIAZIONE DEVE ESSERE DATO AD AGENZIE IMMOBILIARI.