Sei in: Home > Esecuzioni Immobiliari > Esecuzioni Genova > R.G.E. 666/2015

R.G.E. 666/2015

IL TRIBUNALE NON SI AVVALE DI MEDIATORI E NESSUN COMPENSO PER MEDIAZIONE DEVE ESSERE DATO […]

TRIBUNALE DI GENOVA
UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI
III AVVISO DI VENDITA
NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE RGE 666/2015

Il professionista Rag. Riccardo Del Terra, con studio in Genova Via Cesarea 11/10 (tel. 010/0897751 – r.delterra@pozzodelterra.it – riccardo.delterra@legalmail.it)  avvisa che il giorno 10/01/2022 ore 16.30 presso l’Aula 46, posta al 3° piano, del Palazzo di Giustizia ubicato in Genova – Piazza Portoria civ. n. 1, si terrà la vendita del seguente bene:

Descrizione dell’immobile: LOTTO UNICO: Piena proprietà appartamento sito nel Comune di Genova, quartiere di Pontedecimo, via Noce Bella civ. 1A,
composto al piano terra da: soggiorno, cucina e un piccolo ripostiglio; al primo piano da: due camere, piccolo disimpegno dal quale si può accedere al giardino e locale igienico; completa la proprietà un’area verde adibita a giardino di superficie pari a 72 mq. DATI CATASTALI: Al N.C.E.U. del Comune di Genova l’unità immobiliare di che trattasi risulta censita come segue: sezione PON, foglio 3, particella 383, cat. A/4, classe 3, vani 4,5, rendita Euro 232,41. Mappali terreno correlati sezione D, foglio 3, particella 542. Indice Prestazione Energetica Globale 182,95 kWh/mq anno classe energetica F.

PREZZO BASE DI € 75.375,00
PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN CARTACEA

L’offerta di acquisto è irrevocabile e deve essere presentata, entro le ore 12:00 del giorno 07.01.2021. presso lo studio del professionista  delegato Rag. Riccardo Del Terra, con studio in Genova – Via Cesarea 11/10 (tel. 010/0897751) previo appuntamento telefonico. Ciascun partecipante, per essere ammesso alla vendita, deve prestare cauzione a garanzia dell’offerta, di importo pari almeno al 10% del prezzo offertononché un importo a titolo di anticipazione spese di vendita presunte, salvo conguaglio, dell’importo pari al 15% del prezzo offerto, secondo la modalità in seguito indicata. Si precisa che, nei casi ammessi di versamento della cauzione e dell’anticipazione delle spese di vendita tramite assegno circolare non trasferibile, lo stesso dovrà essere effettuato in modo tale che l’accredito delle somme abbia luogo entro le ore 9,00 del giorno precedente l’udienza di vendita telematica.

L’importo della cauzione versata sarà trattenuto in caso di rifiuto dell’acquisto.

PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA TELEMATICA

L’offerta di acquisto deve essere presentata dai presentatori dell’offerta tramite il modulo web “Offerta Telematica” messo a disposizione dal Ministero della Giustizia, che permette la compilazione guidata dell’offerta telematica per partecipare ad un determinato esperimento di vendita, ed a cui è possibile accedere dalla scheda del lotto in vendita presente sul portale www.astetelematiche.it. Dal modulo web è scaricabile il “manuale utente per la presentazione dell’offerta telematica”.L’offerta d’acquisto telematica ed i relativi documenti allegati dovrà essere inviata all’indirizzo PEC del Ministero della Giustizia offertapvp.dgsia@giustiziacert.it e si intenderà depositata nel momento in cui viene generata la ricevuta completa di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della Giustizia. L’offerente dovrà versare anticipatamente, a titolo di cauzione, una somma pari al dieci per cento (10%) del prezzo offerto, nonché un importo a titolo di anticipazione delle spese di vendita presunte, salvo conguaglio, non inferiore al 15% del prezzo offerto entrambi esclusivamente tramite bonifici bancari sul conto corrente bancario intestato a: Tribunale di Genova Esecuzione Immobiliare n. 666/2015 – IBAN: IT 54 B 01015 01400 000070630826 – Banco di Sardegna. I bonifici con causale “Cauzione vendita“ e “Anticipazione spese di vendita” dovranno essere effettuati in modo tale che gli accrediti delle somme abbiano luogo entro il giorno precedente l’udienza di vendita.

Il mancato accredito del bonifico sul conto indicato è causa di nullità dell’offerta.

Si segnala che per la vendita del presente immobile il Tribunale non si avvale di mediatori e che nessun compenso per mediazione deve essere dato ad agenzie immobiliari.