Streaming
Sei in: Home > Esecuzioni Immobiliari > Esecuzioni Genova > R.E. 86/2018

R.E. 86/2018

TRIBUNALE DI GENOVA

ESECUZIONI IMMOBILIARI

PROCEDURA ESECUTIVA N. 86/2018 R.E.

G.E. DR.SSA ADA LUCCA

AVVISO DI VENDITA TELEMATICA SINCRONA A PARTECIPAZIONE MISTA, EX ARTT. 490, 570 E 591 BIS C.P.C.

Il Delegato alle operazioni di vendita Avv. Barbara Pozzolo (C.f. PZZBBR69H55H501S), con studio in Genova alla Via Assarotti 48/1, telefono 0105958086, fax 0105538888, avvisa che il giorno 20 MAGGIO 2019 alle ore 17,00presso il Tribunale di Genova, aula 46- piano III (Palazzo di Giustizia, Piazza Portoria 1- Genova) avrà luogo la vendita telematica sincrona a partecipazione mista del seguente bene:

LOTTO UNICO: Diritto di PROPRIETA’ per la quota di 1/1 dell’unità immobiliare sita in Località Santa Lucia del Comune di Ne, Provincia di Genova, facente parte del fabbricato su tre piani (piano terreno e piano primo oltre intercapedine sottotetto) individuato con il civ. 12 (già civ. 166 della Località Graveglia) di Via G. Garibaldi e più precisamente: alloggio distinto con l’interno 1, posto al piano primo (secondo fuori terra), composto da: ingresso senza finestra collegato a due piccoli disimpegni, cameretta con affaccio a sud, bagno, camera con porta-finestra affacciante su lungo poggiolo a est (nella planimetria di sono segnate due bucature, ma nella realtà ve ne è solo una), altra camera con porta-finestra comunicante con lo stesso poggiolo, soggiorno con porta-finestra su poggiolo a nord (cucina affacciante sullo stesso poggiolo verso nord tramite porta-finestra e comunicante con ripostiglio cieco. L’appartamento pignorato risulta censito al Catasto Fabbricati del Comune di Ne, Provincia di Genova, come segue: foglio 33, particella 294, subalterno 2, categoria A/3, classe 2, consistenza vani 6, superficie catastale totale: mq 128 e totale escluse aree scoperte: mq 122, rendita € 232,41. Indirizzo: Via G. Garibaldi n. 166, piano 1, interno 1 (occorre precisare che attualmente, dal punto di vista toponomastico, il civico che identifica l’immobile de quo è il 12 interno 1. Al Catasto Terreni il mappale che comprende anche l’immobile in esame è il 134). Disponibilità del beneoccupato dall’esecutata.

PREZZO BASE: € 48.750,00 (EURO QUARANTOTTOMILASETTECENTOCINQUANTA/00)
OFFERTA MINIMA: €36.562,50, PARI AL 75% DEL PREZZO BASE EX ART. 517 C.P.C.
CAUZIONE: PARI AL 10% DEL PREZZO OFFERTO.
RILANCIO MINIMO DI GARA: € 1.000,00 ( EURO MILLE/00).
SI PRECISA CHE IN FASE DI RILANCIO IN AUMENTO IN CASO DI GARA NON È CONSENTITO L’INSERIMENTO DI IMPORTI CON DECIMALI.
PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN CARTACEA

L’offerta di acquisto deve essere presentata, entro le ore 12:00 del giorno lavorativo precedente l’udienza di vendita 17 MAGGIO 2019, previo appuntamento telefonico 0105958086, fax 0105538888, presso lo studio del professionista delegato  Avv. Barbara Pozzolo in Genova, Via Assarotti n. 48/1 in busta chiusa, pena l’inefficacia delle offerte medesime. Allegare in caso di offerta cartacea inserire gli assegni circolari non trasferibile intestati a “Procedura Esecutiva 86/2018Tribunale di Genova” di importo pari almeno al 10% del prezzo offerto e unoa titolo di anticipazione spese, pari al quindici per cento (15%) del prezzo offerto.

PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA TELEMATICA

L’offerta di acquisto deve essere presentata tramite il modulo web “Offerta Telematica” messo a disposizione dal Ministero della Giustizia, che permette la compilazione guidata dell’offerta telematica per partecipare ad un determinato esperimento di vendita, ed a cui è possibile accedere dalla scheda del lotto in vendita presente sul portale www.astetelematiche.it. Dal modulo web è scaricabile il “manuale utente per la presentazione dell’offerta telematica”. L’offerta d’acquisto telematica ed i relativi documenti allegati dovrà essere inviata all’indirizzo PEC del Ministero della Giustizia offertapvp.dgsia@giustiziacert.it e si intenderà depositata nel momento in cui viene generata la ricevuta completa di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della Giustizia.  L’offerente dovrà versare anticipatamente:  a titolo di cauzione, una somma pari al dieci per cento (10%) del prezzo offerto, esclusivamente tramite bonifico bancario sul conto corrente bancario intestato alla “Procedura Esecutiva 86/2018 Tribunale di Genova” al seguente IBAN IT93J0617501413000001654180, e tale importo sarà trattenuto in caso di rifiuto dell’acquisto. Il bonifico, con causale “Proc. Esecutiva n. 86/2018 R.G.E., lotto unico, versamento cauzione”, dovrà essere effettuato in modo tale che l’accredito delle somme abbia luogo entro il giorno precedente l’udienza di vendita telematica.  a titolo di anticipazione spese, una somma pari al quindici per cento (15%) del prezzo offerto, esclusivamente tramite bonifico bancario sul conto corrente bancario intestato alla ““Procedura Esecutiva 86/2018 Tribunale di Genova” al seguente IBAN IT93J0617501413000001654180. Il bonifico, con causale “Proc. Esecutiva n. 86/2018 R.G.E., lotto unico, versamento anticipo spese”, dovrà essere effettuato in modo tale che l’accredito delle somme abbia luogo entro il giorno precedente l’udienza di vendita telematica.

Per stato di occupazione, regolarità edilizia, urbanistica e catastale, abitabilità e vincoli, nonché modalità di presentazione delle offerte cartacee e telematiche, consultare perizia ed Avviso di Vendita pubblicati a norma di legge sul portale delle vendite pubbliche e di diti designati:
https://portalevenditepubbliche.giustizia.it, www.cambiocasa.it, www.immobiliare.it, www.genova.ogginotizie.itwww.tribunaliitaliani.it, www.entietribunali.it, www.genova.repubblica.it e www.astegiudiziarie.it.

Maggiori informazioni possono essere reperite presso il Custode SOVEMO srl con sede in Corso Europa, 139 16121 Genova telefono: 010/5299253, fax: 010/5299252,e-mail immobiliare@sovemo.com sito web: www.ivggenova.it ed il Delegato alla Vendita Avv. Barbara Pozzolo, con studio in Genova alla Via Assarotti 48/1, telefono 0105958086, fax 0105538888, mail barbarapozzolo@studiolegalepozzolo.it.

SI SEGNALA CHE PER LA VENDITA DEL PRESENTE IMMOBILE IL TRIBUNALE NON SI AVVALE DI MEDIATORI E CHE NESSUN COMPENSO PER MEDIAZIONE DEVE ESSERE DATO AD AGENZIE IMMOBILIARI.