ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 27 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Prorogata fino al 21 agosto l’apertura della mostra sensoriale “Frida Kahlo. Il caos dentro” al Salone degli Incanti di Trieste. Oltre 30mila hanno visitato la mostra

Confermata, anche per il mese di maggio, la visita di migliaia di persone (oltre 30mila al 14 giugno) alla mostra sensoriale “Frida Kahlo. Il caos dentro” al Salone degli Incanti di Trieste, gli organizzatori d’intesa con il Comune di Trieste hanno deciso di prorogarne l’apertura fino al 21 agosto, con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 20.00, con ultimo ingresso alle 19.00 per consentire la visione di tutta l’esposizione. Sabato, domenica e festivi dalle 9.30 alle 21.00, con ultimo ingresso alle 20.00.

Nel percorso espositivo curato da Antonio Toribio Arévalo Villalba, Aleandra Matiz, Milagros Ancheita e Maria Rosso, in cui vengono scandagliati diversi tratti della sensibilità e della personalità dell’eclettica artista, anche un’opera originale di Frida Kahlo (“Piden aeroplanos y les dan alas de petate” / “Chiedono aeroplani e gli danno ali di paglia”), che verrà ritirata definitivamente dalle esposizioni a conclusione della mostra, in quanto acquistata da un Collezionista privato: a Trieste quindi l’ultima opportunità per ammirare il quadro realizzato nel 1938, un olio su cartone 59×84 cm, dato in prestito agli organizzatori dalla Collezione Angel Esquinas Cuenca di Madrid.
In mostra al Salone degli Incanti anche 15 riproduzioni di celebri autoritratti realizzati tra il 1926 e il 1949, realizzati con la sofisticata tecnologia modlight, che restituisce allo spettatore i dettagli della pittura a olio con impressionante realismo. A chiudere la sezione dedicata agli autoritratti, il famoso “Autoritratto con Bonito” (1941, collezione privata USA), in mostra in una riproduzione digitale animata che affascina i visitatori di ogni età.
Riprodotti in digitale a grandezza naturale anche alcuni murales di Diego Rivela, raffiguranti gli eventi politici del suo tempo: tra questi, ventisette pannelli murali che compongono il Detroit Industry Murals, il Pan American Unity di San Francisco dipinto nel 1940, e Sueño de una tarde dominical en la Alameda Central realizzato a Città del Messico. Testimonianze pittoriche presentate mediante proiezioni che ne mostrano la visione d’insieme e i dettagli salienti.
“Frida Kahlo. Il caos dentro” presenta al visitatore anche due film, uno sulla storia d’amore tra Frida e Diego e l’altro focalizzato sul grave incidente in cui la donna rimase coinvolta.
Nel primo, un emozionante documentario intitolato Artists in Love: Frida Kahlo & Diego Rivera, prodotto da Sky Arte nel 2016 in Hd con 10 episodi, emerge il racconto della lunga relazione tormentata quanto appassionata tra i due artisti.
Il secondo, realizzato appositamente per la mostra da DnartTheMovie, è un cortometraggio di animazione in 3d stereoscopica intitolato Frida Kahlo – Il Viaggio (2020).
Proiettato nella speciale sala cinema 10D, con 6 posti a sedere e con effetti speciali multisensoriali.

“Frida Kahlo. Il caos dentro” è promossa dal Comune di Trieste – Assessorato alle politiche della cultura e del turismo, con il supporto di Trieste Convention and Visitors Bureau, di PromoTurismoFVG, dell’Ambasciata del Messico in Italia – Consolato del Messico di Milano. La mostra è prodotta e organizzata da Navigare Srl, in collaborazione con BAT Italia, ZKB e Antica Tostatura Triestina.