Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Prende forma l’autonomia, ma Zaia si infuria

Prende forma l’autonomia, ma Zaia si infuria

L’autonomia prende forma secondo i dettami di Boccia e Zaia non è d’accordo.

La tanto agognata autonomia del Veneto sta prendendo forma, ma Luca Zaia non è contento. Già, perché l’autonomia è spuntata ieri nel decreto per il taglio alle poltrone, dove si legge: “valorizzazione delle Camere e delle Regioni per un’attuazione ordinata e tempestiva dell’autonomia differenziata”. Il tutto avverrà attraverso uno percorso da avviare entro dicembre coinvolgendo tutte le forze politiche di maggioranza, aperto al contributo dei costituzionalisti e della società civile, volto anche a definire possibili interventi costituzionali”

Il presidente della Regione Luca Zaia non l’ha presa bene: “I presupposti per cui non se ne faccia nulla ci sono tutti.”

I dem veneti come il senatore veneziano Andrea Ferrazzi difendono le posizioni: “Il documento dei capigruppo ribadisce che si intende attuare l’autonomia differenziata ma facendo una cosa seria. Coinvolgere costituzionalisti e società civile servirà a placare gli animi dopo oltre un anno di contrapposizioni. Con la Lega al governo non si è portato a casa nulla, ora noi spingiamo per fare presto.

Siamo una Repubblica parlamentare e quindi sta al Parlamento sia fare la legge quadro che fissa i paletti entro cui lo stesso Parlamento riterrà di poter valutare le richieste di autonomia differenziata, sia il voto finale una volta che le Regioni, all’interno di quei paletti, presenteranno le loro richieste.”