Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Premio fedeltà ai cani soccorritori del Ponte Morandi

Premio fedeltà ai cani soccorritori del Ponte Morandi

Fonte ANSA

Durante la  la cinquantottesima edizione della rassegna dedicata al premio ‘Fedeltà del cane’, che si svolgerà il 16 agosto a Camogli saranno premiati anche i soccorritori a quattro zampe intervenuti tra le macerie del ponte Morandi. Sono stati proprio loro i protagonisti nelle prime ore dopo il crollo per segnalare persone ancora in vita sotto le macerie o trovare cadaveri. Questi cani sono stati definiti dagli organizzatori del premio ‘Angeli del soccorso’. Sono le unità cinofile dei vigili del fuoco, quelle intervenute per prime tra i lamenti dei feriti, il suono delle sirene e il rumore della pioggia battente.
Il 14 agosto 2018 e nei giorni successivi, tra gli specialisti del soccorso ci sono loro. I cani si infilano in anfratti e varchi lasciati dai lastroni di cemento e se fiutano, “coni di odore”, questo il termine tecnico, di possibili dispersi, abbaiano, quindi le squadre iniziano a scavare. Tra i protagonisti ci sono i cani del Nucleo Cinofilo Regionale Liguria dei Vigili del Fuoco: Apple, border collie di 2 anni, Kaos, Kappa, Keynine, King, tutti border collie di 3 anni, Maggie border collie di 6 anni, Luna, golden retriever di 11 anni, Wendy, pastore belga malinois di 6 anni e Zoe, golden retriever di 3 anni e mezzo. Tra i primi a intervenire ci fu proprio Zoe con la sua guida, Rocco Tufarelli che sta con Zoe da quando lei aveva 40 giorni. Per Zoe era la prima missione e la più pericolosa che potesse capitarle. Lei è stata brava, nelle ricerche si è anche ferita, ma medicata sul posto è tornata subito in mezzo alla devastazione. “Le operazioni erano complicate perché tutto era instabile, pezzi di ponte potevano staccarsi e cadere sugli stessi soccorritori, ma a Zoe nulla l’ ha fermata”, ha ricordato Tufarelli, che ha anche gestito la rotazione dei cinofili.