ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 14 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Pomezia: officina abusiva per il riciclaggio di veicoli rubati

A Pomezia è stata sequestrata un’officina abusiva in cui si riciclavano veicoli rubati.

La Polizia Stradale di Roma, sottosezione di Albano, ha effettuato un blitz in un capannone industriale di Pomezia. Lì ha socperto un’officina abusiva in cui avveniva il riciclaggio di veicoli rubati.

All’interno del capannone, vi erano due cittadini romeni che stavano smontando un veicolo. Nulla avrebbero lasciato presagire che lì ci fosse non officina, non fosse per i forti rumori metallici.

Per questo motivo, gli agenti si sono incuriositi. Già sospettando che potesse essere un’attività illecita, si sono introdotti nel capannone.

Davanti a loro, si sono ritrovati due uomini romeni, con tuta da meccanico, impegnati a tagliare una Ford Focus. Si tratta di  un’auto rubata il giorno prima.

Ma non era l’unica. Durante la perquisizione, infatti, è stata rinvenuta la scocca di un’altra auto, insieme ad altri due veicoli interi.

L’interno del capannone era adibito per essere un’attrezzatura perfettamente funzionante. Vi erano infatti tutti gli sturmenti per il taglio e l’imballaggio dei pezzi, un muletto per la loro movimentazione. Sono state rinvenute anche apparecchiature e congegni tecnologici, tra cui jammer, computer e circuiti stampati, indispensabili per il furto e la programmazione delle centraline delle auto.

 

I due uomini sono due romeni di 31 e 29 anni. Sono stati arrestati per riciclaggio in concorso tra loro per poi essere sottoposti al rito direttissimo presso il Tribunale di Velletri.

Per quanto riguarda il materiale rinvenuto, è stato tutto sequestrato. Nel frattempo, gli inquirenti stanno accertando la provenienza delle altre autovetture ritrovate nell’officina abusiva.