ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 26 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Polizia municipale. Nuovi controlli nei luoghi della movida

Notizie (data pubblicazione 28 Marzo 2022)

Si intensifica l’attività della Polizia Municipale nei luoghi della Movida. Lo scorso fine settimana, nell’ambito dei controlli volti al contrasto alla somministrazione e vendita illecita di bevande alcoliche e superalcoliche ai minori,  gli agenti di Polizia Municipale hanno sanzionato:

– un pub in via Monteleone. All’atto del controllo venivano somministrati al tavolo superalcolici a due minori di anni 16. Sono stati elevati due verbali di €333,33 + €333, 33;

– un pub in via Carducci. All’atto del controllo venivano somministrati al tavolo superalcolici a tre minori, di cui uno minore di 15 anni. Sono stati elevati tre verbali di €333,33 + €333, 33 + 333,33. Inoltre, il gestore del locale è stato denunciato ai sensi dell’art. 689 c.p. perché somministrava bevande alcoliche ad un minore di anni 16;

– un market in via Calderai dove non si rispettava l’ordinanza di divieto di vendita di bevande alcoliche e superalcoliche oltre la mezzanotte.

Verbale di € 6.666,67;

Infine, sempre nell’ambito dei controlli nei luoghi della movida, gli agenti della Polizia municipale sono intervenuti in un pub in Largo Cavalieri di Malta, a seguito di esposto da parte dei residenti. Nel pub, all’atto del controllo, era in corso un concerto live con emissioni sonore e diffusione musicale amplificata all’aperto. Per di più, si occupava, con numerosi arredi e attrezzature a servizio dell’attività, l’intera porzione di sede stradale. Dal controllo visivo, formale e documentale dell’attività, sono emerse violazioni per l’illecita occupazione di suolo pubblico nello spazio esterno antistante al locale, l’intero Largo.

E’ stata fatta comunicazione Notizia di Reato, art. 633 c.p. e art. 639 bis c.p.,
perché manteneva arbitrariamente, invadendo e occupando una
consistente porzione di suolo pubblico, di circa 120 mq, al fine di
trarne profitto, con numerosi arredi e attrezzature a servizio
dell’attività. Art. 639 c.p. per aver deturpato cose di interesse storico artistico. Art. 110 c.p. perché concorrono nel medesimo reato. Le contestazioni elevate sono: art. 20 CdS per l’illecita occupazione di suolo pubblico, con verbale di €173; art. 12 Dehors perché sprovvisto della necessaria concessione di
suolo pubblico, senza essersi conformato al Regolamento Comunale, con
verbale di € 350; sprovvisto della prescritta Scia Sanitaria esterna, con verbale di € 1.000; sprovvisto della prescritta Relazione Fonometrica delle
apparecchiature musicali in uso, con verbale di € 50; Sprovvisto del prescritto Piano di Autocontrollo HACCP per la sicurezza alimentare, con verbale di € 2.000; uno dei gestori era privo del prescritto titolo professionale per
la manipolazione degli alimenti, con verbale di € 1.000; sebbene obbligato, ometteva di tenere all’interno del pubblico esercizio, la SCIA di attività e la SCIA Sanitaria, con verbale di € 308. Gli agenti hanno eseguito il sequestro amministrativo cautelare, con apposizione di sigilli, di cinque apparecchiature elettroacustiche musicali, diffusori audio, consolle e mixer, per diffusione musicale all’aperto in un’area di pertinenza del locale, con verbale di contestazione di € 50. Successivamente, con Ordinanza del Suap, sarà applicata la sanzione accessoria della chiusura coatta di cinque giorni dell’attività. E’ stato immediatamente interrotto l’evento abusivo di intrattenimento musicale e ripristinato lo stato dei luoghi. 

“Giova precisare – scrivono in una nota dal Comando di PM – che i gestori, fin da subito, si sono mostrati molto insofferenti e poco collaborativi per tutta la durata del controllo, intralciando continuamente l’attività d’ufficio posta in essere dai verbalizzanti”.