Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Pisa: minacce all’ex vice sindaco per la costruzione della Moschea

Pisa: minacce all’ex vice sindaco per la costruzione della Moschea

L’ex vice sindaco di Pisa, Paolo Ghezzi, ha ricevuto minacce per essere favorevole alla costruzione della moschea.

Paolo Ghezzi, ex vice sindaco di Pisa, ha ricevuto delle minacce. Il motivo? Il suo essere favorevole alla costruzione di una moschea a Pisa.

A quanto pare il suo schieramento politico non è stato apprezzato da chi non è favorevole all’integrazione. Su una pagina di giornale era stata disegnata una svastica e aggiunta la scritta tritolo. Non solo, c’è anche un biglietto che recita: “Fate attenzione a fare pressioni per la moschea. Abbiamo esplosivo per cancellare il circolo (del PD ndr). Non c’è una data. Dovete stare con la paura di sentire quel momento”. Firmato movimento difesa per Pisa.

Oggi Ghezzi ha pubblicato uno stato su Facebook per condividere questa minaccia e dire che: “Decisi di denunciare alla questura ma non pubblicamente perché pensai fosse in quel momento più importante tutelare la serenità e la dignità di un giovane ragazzo pisano, studente di Medicina al S.Anna, musulmano, piuttosto che dare spazio ad un mitomane farneticante e codardo, accendendo riflettori sul suo gesto vigliacco. Mi proposero di valutare tutele personali: le rifiutai, ovviamente, chiedendo solo il massimo riserbo che mi è stato sempre garantito.
Mi sono sempre sentito tranquillo di camminare a testa alta e senza timori, nella consapevolezza di aver contribuito a costruire e rappresentare un civismo aperto con una Lista Civica in cui, da 15 anni, cattolici, ortodossi, ebrei, musulmani e non credenti sanno condividere e parlare serenamente e con rispetto di valori e lavorare insieme a tutte le forze politiche per gli interessi della propria comunità.
A chiunque abbia scritto quella lettera anonima indirizzandola a chi, in quel momento, rappresentava le Istituzioni locali (oggi direi le due lettere anonime), posso solo ribadire che nemmeno per un minuto è riuscito a scalfire la mia serenità e che la mia totale indifferenza nei confronti del suo gesto vigliacco esprime a pieno la considerazione che ho sempre avuto per lui.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *