Streaming
Sei in: Home > Articoli > Omicidio Olina, ergastolo per il figlio

Omicidio Olina, ergastolo per il figlio

L’omicidio è stato commesso 18 anni fa, il 6 gennaio 2000

BOLOGNA – Ergastolo. Questa la condanna definitiva per Nicola Nanni, accusato di aver assassinato la madre Tommasina Olina, pensionata 78enne. La donna è stata trovata morta con il cranio fracassato 18 anni fa, il 6 gennaio 2000, a Badolo di Sasso Marconi, Appennino bolognese. La Corte di Cassazione ha dunque respinto il ricorso della difesa, gli avvocati Pietro Giampaolo e Andrea Speranzoni, condannando in via deifinitiva il giovane.

La vicenda

L’anziana fu trovata all’ingresso del suo casolare e l’indagine dei carabinieri, inizialmente archiviata senza colpevoli, fu riaperta nel 2008 con l’analisi di alcuni oggetti, tra cui un’accetta: tracce collegate a Nanni furono repertate sul manico di quella che è stata ritenuta l’arma, trovata ripulita nella legnaia vicino al casolare. «C’e’ una conferma che mette la parola fine a tre gradi di giudizio. Anche questa sentenza andrà esaminata, perché esistono ulteriori rimedi davanti alla giustizia europea», hanno dichiarato i difensori dell’imputato, fin qui processato a piede libero.