ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
sabato 25 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Oggi la convalida dei sequestri da parte della Procura della Repubblica

Oggi la convalida dei sequestri da parte della Procura della Repubblica

Era iniziato come un normale controllo stradale da parte della Polizia municipale del reparto di Rifredi, ma si è trasformato in un inseguimento e in una denuncia per resistenza, porto abusivo di armi e ricettazione, con tanto di sequestro. E’ successo in via Baracca giovedì scorso, quando una pattuglia del reparto di Rifredi ha dato l’alt a uno scooter guidato da un cittadino straniero dopo una irregolarità nella posizione assicurativa segnalata dal sistema automatico di controllo. Ma il conducente si è subito dato alla fuga verso via Pistoiese ‘bruciando’ tre rossi, mentre la pattuglia era all’inseguimento dello scooter che, per far perdere le proprie tracce, si immetteva in via del Luccio in controsenso, costringendo così la pattuglia a interrompere l’inseguimento per non provocare pericoli alle auto che viaggiavano in senso regolare. Perlustrando le strade limitrofe, la pattuglia ha poi intravisto il giovane in largo del Ranocchietto che, dopo essersi cambiato la maglietta nera con una di colore rosso, stava cercando di togliere la targa allo scooter, mentre sfilava dalla tasca una pistola e la riponeva sotto la sella. Quando i due agenti si sono avvicinati, il giovane si è scagliato contro uno di loro ma è stato immobilizzato e ammanettato, mentre era arrivato sul posto altro personale della Polizia municipale allertato via radio. L’arma è risultata una pistola tipo Glock (ad aria compressa ma senza tappo rosso) e sono stati ritrovati anche un punteruolo di 10 cm e delle forbici da taglio. Il giovane è stato portato al Reparto e fotosegnalato; dopo aver avvisato il pm di turno, gli agenti del Reparto Rifredi hanno poi effettuato una perquisizione al domicilio dichiarato dal giovane alla ricerca di eventuali altre armi. Nell’abitazione in zona Brozzi sono stati trovati capi di abbigliamento con dispositivo antitaccheggio, oltre a circa 700 euro in pezzi da 50 e 20 euro. Pistola, capi di abbigliamento con antitaccheggio e gli altri oggetti sono stati sequestrati, mentre il denaro è stato reclamato dalla proprietaria dello scooter rintracciata successivamente. Il giovane è stato denunciato a piede libero per resistenza, ricettazione, porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere. Per quanto accaduto in strada, lo scooter è stato sequestrato e sono state comminate sanzioni per mancanza di copertura assicurativa (864 euro), tre semafori rossi ‘bruciati’ (167 euro l’uno), passaggio in controsenso (167 euro) e guida senza patente (5100 euro). Oggi c’è stata la convalida dei sequestri da parte della Procura della Repubblica. (sc)