ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 3 Luglio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Nuovo traguardo per “Puglia ti vorrei”, al via l’iniziativa “Giovani in Consiglio: da osservatori a protagonisti”

 

Puglia ti vorrei – il processo partecipativo regionale che ha coinvolto 4000 giovani e ha condotto all’approvazione del nuovo Programma regionale per le politiche giovanili 2022 – 2025, prosegue il suo cammino.

La Giunta regionale ha infatti approvato un protocollo di intesa con il Consiglio Regionale pugliese nell’ambito dell’iniziativa denominata “Giovani in Consiglio: da osservatori a protagonisti” che prevede la presenza, all’interno degli spazi istituzionali, di giovani delle ultime classi delle scuole secondarie di secondo grado, per effettuare un percorso di cittadinanza attiva.

Il progetto intende favorire la presenza degli studenti all’interno degli spazi istituzionali, consentendo ai giovani di misurarsi con un “incarico elettivo” e di effettuare un percorso di cittadinanza attiva, proiettato nell’ottica della “cittadinanza europea” e del quadro di riferimento globale rappresentato dall’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Dieci giovani saranno selezionati tra  tutti i partecipanti di questa iniziativa per fare parte di  un tavolo permanente di confronto finalizzato a garantire la più ampia partecipazione, conoscenza e pubblicità alle iniziative e alle misure regionali destinate ai giovani pugliesi, anche con riferimento alle iniziative di cooperazione internazionale e a proseguire un percorso partecipato di costruzione delle misure regionali in favore delle giovani generazioni.

I componenti del Tavolo di confronto permanente saranno impegnati nelle seguenti azioni:

• facilitare la comunicazione, lo scambio di informazioni, il coordinamento e la collaborazione istituzionale fra le Parti, anche con riferimento a iniziative di cooperazione internazionale, facendosi portavoce delle istanze e delle proposte del mondo giovanile e studentesco;

• confrontarsi sistematicamente in merito alle esigenze delle generazioni più giovani e collaborare in modo costruttivo alla programmazione degli interventi regionali volti a soddisfarle;

• collaborare alla promozione all’interno delle scuole e delle università delle iniziative regionali destinate ai più giovani;

• formulare proposte nell’ambito delle aree di competenza delle politiche giovanili regionali.

Rendere i giovani protagonisti delle scelte politiche che li riguardano e che riguardano il loro futuro – ha commentato l’assessore regionale alle Politiche giovanili – lo abbiamo fatto attraverso il processo partecipativo “Puglia ti vorrei”, coinvolgendo oltre 4mila giovani che insieme a noi hanno costruito il Nuovo Piano delle Politiche giovanili e lo facciamo adesso  insieme al Consiglio Regionale di Puglia.

Il confronto costante con i giovani, la volontà di mettersi in ascolto e, soprattutto, la necessità di introdurre i giovani in contesti istituzionali in cui possano fare la differenza sono le priorità di questo progetto per cui ringrazio la Presidente Loredana Capone che ne ha immediatamente colto l’importanza.

“La Puglia è terra d’avanguardia – ha detto la presidente del Consiglio regionale della Puglia – perché da anni i suoi figli sono stati messi al centro dell’azione di governo, senza mai destinarli al ruolo di semplici fruitori o destinatari. Per la Puglia i giovani sono essenziali nella lettura del territorio, nella pianificazione delle strategie per il futuro, sono sempre stati visti come giovani donne e uomini su cui investire senza remore.

L’accordo triennale “Giovani Pugliesi Protagonisti” tra il Consiglio Regionale e l’assessorato alle Politiche Giovanili è un ulteriore e importante passo in avanti che la nostra Regione sceglie di compiere. Crediamo talmente tanto nel contributo che ciascuna ragazza e ciascun ragazzo pugliese può dare per affrontare il futuro che vogliamo metterli al centro dell’agenda sia del Governo che del Consiglio.

Il tema delle giovani generazioni, insieme al divario territoriale e a quello di genere, è tra le priorità del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza. Per questa ragione, anche in questa sfida, vogliamo fare in modo che il destino della nostra regione possa essere scritto a più mani, con chi deve sentirsi cittadino non solo del futuro ma anche del presente.

Ringrazio l’assessore regionale alle Politiche Giovanili, con il quale condividiamo questa visione sul futuro della Puglia e dei Pugliesi, e sono sicura che questo accordo servirà a dare un ulteriore importante spinta alle azioni per i giovani di Puglia.

Il Consiglio Regionale, assemblea che rappresenta la pluralità delle sensibilità dei Pugliesi, ritrovandosi in maniera compatta nel vedere la questione generazionale come questione prioritaria del Paese, ancora una volta dimostra con maturità di essere connesso alle esigenze e ai bisogni delle comunità e dei territori”.