ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
martedì 28 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Nuovi casi di Covid19 alla Giovanni XXIII di viale Roma, Fp-Cgil Bologna: “Rischio di aggravare la situazione del personale già in carenza d’organico. Ragionare sull’applicazione del nuovo DPCM”

In merito alla notizia del nuovo focolaio di Covid19 emerso nella struttura per anziani Giovanni XXIII di viale Roma a Bologna, gestita da Asp, interviene la Fp-Cgil di Bologna. “Siamo stati informati da diversi lavoratori dei casi positivi in Viale Roma, nel reparto C – chiarisce Simone Raffaelli (Fp-Cgil Bologna) -. Attendiamo notizie e dati certi, prima di tutto per cercare di capire da dove si sia originato il contagio e se hanno funzionato o meno le misure previste dai protocolli, in particolare per isolare gli altri reparti”. Inoltre, evidenzia Raffaelli, “temiamo che le situazioni di positività possano anche aggravare la forte sofferenza del personale, già in forte carenza di organico. Non possiamo pensare di affrontare altri mesi di emergenza simili a quelli di marzo e aprile con le risorse umane presenti nelle ASP: a OSS e infermieri si possono chiedere tante cose, ma non l’impossibile. Occorre un piano per dotare le strutture di organici pieni, da subito”.

Infine, sottolinea il sindacalista, “è necessario che si apra un riflessione anche sulla applicazione del recente DPCM, che prevede un implemento molto significativo del lavoro a distanza per il personale amministrativo: una occasione per evitare di esporre a rischi maggiori utenza e almeno una parte degli operatori”.

Simone Raffaelli

Fp-Cgil Bologna