Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Aosta > Nessuna rapina in banca nel 2018 in Valle d’Aosta. Diminuisce indice di rischio in tutta Italia

Nessuna rapina in banca nel 2018 in Valle d’Aosta. Diminuisce indice di rischio in tutta Italia

Nel 2018 nessuna rapina in banca in Valle d’Aosta

AOSTA – Nel nostro paese, Arsenio Lupen sarebbe disoccupato. Il mestiere di rapinatore di Banca in Italia infatti non sembra rendere più. Negli ultimi dieci anni, il numero delle rapine negli istituti di credito  è crollato del 92%: erano 3.364 nel 2007 contro le 264 del 2018.

Solo l’anno scorso il calo e’ stato del 20%.

A evidenziarlo, uno studio dell’Ossif, il Centro di ricerca Abi in materia di sicurezza, in occasione del Convegno Banche e Sicurezza 2019 che si svolgerà domani. Il trend positivo che ha caratterizzato il fenomeno negli ultimi anni, sottolinea l’Osservatorio è anche il frutto del lavoro congiunto di banche e forze dell’ordine.

La situazione regione per regione

E tra le regioni? Quali le più sicure dove depositare i propri risparmi? Senza dubbio Sardegna e Valle d’Aosta: nel 2018, nessun colpo in banca. Le rapine sono diminuite in: Abruzzo (-28,6%, da 7 a 5), Calabria (-83,3%, da 6 a 1), Emilia Romagna (-57,1%, da 42 a 18), Lazio (-39,6%, da 53 a 32), Liguria (-40%, da 10 a 6), Lombardia (-33,3%, da 51 a 34), Marche (-22,2%, da 9 a 7), Piemonte (-47,1%, da 34 a 18), Puglia (-27,5%, da 51 a 37), Toscana (-17,9%, da 28 a 23), Veneto (-42,9%, da 18 a 14) e sono rimaste invariate in Campania (30 rapine), in Friuli Venezia Giulia (1 rapina) e in Molise (1 rapina). Aumenti si sono invece verificati in: Basilicata (con 4 rapine da 2), Sicilia (con 30 rapine da 28), in Trentino Alto Adige (con 3 rapine da 0) e Umbria (con 6 rapine da 4). Le banche italiane, sottolinea l’Abi, investono ogni anno oltre 600 milioni di euro in sicurezza anche formando i dipendenti attraverso l’apposita “Guida alla sicurezza per gli operatori di sportello”, realizzata da Ossif in collaborazione con il Ministero dell’Interno e le Prefetture, una sorta di vademecum su come comportarsi durante le rapine, ma anche indicazioni utili per prevenirle nonche’ per agevolare il controllo del territorio e l’attivita’ investigativa delle Forze dell’Ordine.

Diminuisce l’indice di rischio

Nel complesso in Italia le rapine allo sportello sono passate da 373 del 2017 alle 264 del 2018. Cala anche il cosiddetto indice di rischio – cioè il numero di rapine ogni 100 sportelli – che e’ passato da 1,4 a 1 a livello nazionale e da 0,4 a 0 in Sardegna.