Napoli- segue un turista fino a Pompei per rubargli un Rolex dal valore di 25 mila euro

Un napoletano di 37 anni è stato arrestato – su delega della Procura della Repubblica di Torre Annunziata, dai carabinieri degli Scavi Archeologici – per la commissione di una rapina aggravata in concorso.

Il colpo

Le indagini partirono subito dopo la rapina di un Rolex commessa in danno di un turista nei pressi dell’ingresso del sito Archeologico di Pompei, Porta Marina Inferiore. Dalla visione dei filmati e dai tabulati telefonici è emerso che il 37enne ha organizzato l’inseguimento della vittima in maniera minuziosa. Fondamentale anche il riscontro di particolari antropo-somatici eseguiti dal Reparto Speciale “RACIS” carabinieri di Roma. Il 37enne e il suo complice (ancora non identificato) hanno scelto la loro vittima (un turista con famiglia che aveva al polso un orologio Rolex del valore di 25mila euro). L’uomo da Napoli saliva su un taxi, direzione Pompei. Per l’intero tragitto il 37enne e il complice seguivano con due distinte motociclette il taxi. Il turista scendeva e prendeva per mano i figli minori: qui il 37enne entrava in azione. Raggiungeva la vittima alle spalle e con violenza gli strappava dal polso l’orologio. A causa della violenza subita e nel vano tentativo di inseguire ed afferrare i malviventi, il rapinato rovinava in terra riportando la frattura di un dito del piede e diverse escoriazioni. Il 37enne e il complice si allontanavano poi in direzione Napoli. Poche ore dopo la rapina venivano trovate nel rione Sanità le motociclette e uno dei due caschi, a pochi metri dall’abitazione del 37enne oggi finito in carcere.