Sei in: Home > Articoli > Curiosità > Mr Bling e i suoi preziosi ritratti commissionati dalle star:”cr7 il suo miglior cliente”

Mr Bling e i suoi preziosi ritratti commissionati dalle star:”cr7 il suo miglior cliente”

image_pdfimage_print

Mauricio Benitez, noto come Mr. Bling, è un artista ricercatissimo dalle più grandi star del football. Le sue opere, che realizza solo su commissione, adornano i salotti di molte star del calcio. Tutto ebbe inizio nel 2010, quando Mr. Bling cominciò a ricoprire vecchi vestiti con pietre preziose. L’evoluzione dei lavori portò il colombiano a realizzare dei mosaici utilizzando i cristalli Swarovski. Ma la sua notorietà crebbe notevolmente solo tre anni dopo, quando decise di regalarne uno alla leggenda del Barcellona Lionel Messi. Da allora, tanti big del pallone lo hanno contattato per assicurarsi una sua realizzazione. Tra i nomi più celebri, Diego Armando Maradona, Cristiano Ronaldo, Pogba, Neymar e David Beckham. Al momento, rivela Mr. Bling, il suo miglior cliente è il campionissimo portoghese in forza alla Juventus. Cr7, infatti, ha già acquistato ben tre mosaici, il primo che immortala la famosissima rovesciata in maglia Real all’Allianz Stadium contro la sua attuale squadra, il secondo che lo ritrae insieme alla famiglia ed il terzo che lo vede esultare dopo una rete in bianconero. L’artista di Medellin racconta ora che Cristiano Ronaldo lo contattò via WhatsApp dopo essere stato informato dei suoi lavori dal compagno di squadra, anche lui colombiano, Juan Cuadrado.

 

“Ad essere sincero – dice Benitez – rimasi pietrificato quando ricevetti il suo primo messaggio. Per realizzare l’immagine della rovesciata ho usato circa 250.000 Swarovski”. Ma il cliente più pretenzioso è stato certamente l’ex-interista Fredy Guarin. Il giocatore, infatti, ha chiesto a Mr. Bling di ritrarlo di spalle con indosso la maglia numero 13 dei nerazzurri, specificando che voleva veder riprodotti anche tutti i suoi tatuaggi. “È certamente il lavoro più difficile che ho realizzato finora – spiega l’artista – ma è anche il mio preferito”.