Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Minneapolis: a New York oltre 90 arresti

Minneapolis: a New York oltre 90 arresti

image_pdfimage_print

 

Almeno 90 persone sono state arrestate la notte scorsa a New York nelle proteste per la morte di George Floyd. Lo riferisce la polizia locale, precisando che le manifestazioni sono state relativamente calme e senza saccheggi. Martedì notte erano stati arrestati 280 dimostranti.

L’agente che ha ucciso un giovane a San Francisco lunedì nelle proteste per la morte di George Floyd aveva scambiato il suo martello per una pistola, ha riferito la polizia. Quando una pattuglia è intervenuta per un saccheggio in un supermercato, Sean Monterrosa, un 22/enne residente nella città californiana, si era inginocchiato a terra tenendo le mani sulla vita, vicino ad un martello nella tasca della sua felpa. Un agente, pensando si trattasse di un’arma, ha esploso cinque colpi e ha ucciso il giovane.  Ora il poliziotto è stato sospeso in attesa dei risultati dell’indagine.

Tutti e quattro gli ex agenti accusati dell’omicidio di George Floyd sono ora agli arresti, riferisce la Cnn.  

E durissimo attacco a Donald Trump da parte del suo ex capo del Pentagono James Mattis, che condanna l’uso dell’esercito contro le proteste per la morte di George Floyd, definendo “abuso di potere esecutivo” lo sgombero della folla davanti alla Casa Bianca per una “bizzarra photo-op” del commander in chief con a fianco la leadership militare. E invita a “respingere e a richiamare alle loro responsabilità chi ha cariche e deride la nostra costituzione”