ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 14 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

metro Milano- la gente che scavalca per accedere alle banchine nonostante le misure anti-covid

Tornelli della metro chiusi per rispettare le misure anti-Covid contro gli assembramenti e persone che scavalcano lo stesso i cancelli per accedere alle banchine. E’ quanto immortalano le immagini di un video rimbalzato sui social nei giorni scorsi, girato alla fermata di Loreto, a Milano.

Sull’accaduto è intervenuto il Codacons che definisce le scene “vergognose” perché “mostrano l’inciviltà di alcune persone, che nonostante la chiusura dei cancelli all’ingresso della fermata della metropolitana di Loreto hanno deciso, incuranti delle norme anti-covid, di scavalcare i cancelli”. “Aldilà dell’inciviltà del comportamento dei singoli – prosegue Codacons – che deve essere sottolineata e punita severamente, ci chiediamo come sia possibile che Atm abbia permesso che questo accadesse? Servono maggiori controlli, soprattutto in prossimità delle fermate maggiormente frequentate della metropolitana, con presenza sul posto di personale Atm che impedisca fisicamente che certe cose possono succedere al fine di tutelare la salute e sicurezza della collettività”. Spiega il presidente del Codacons, Marco Donzelli: “Ci rivolgiamo ad Atm ed Comune di Milano, chiedendo nuove misure volte a tutelare maggiormente i pendolari e tutti coloro che stanno rispettando scrupolosamente le norme anti-Covid, affinché tutti i sacrifici che vengono fatti non risultino vani”.

Nel frattempo, la App di Atm avvisa: “Evitate le ore di punta, se potete. Nei giorni feriali, se potete, viaggiate dopo le 9,30 del mattino: i mezzi restano comunque frequenti e c’è più spazio”. Atm, la società del trasporto pubblico di Milano, chiede dunque ai passeggeri di adottare alcune accortezze in questi giorni critici, con le restrizioni di Natale del Dpcm sempre più vicine, le decisioni di chiusura temporanea della Galleria e i problemi di sovraffollamento a causa dello shopping.