Streaming
Sei in: Home > Articoli > Ambiente > Marini alla Commissione d’inchiesta su rifiuti: “Va fatto tutto quello che si può fare”

Marini alla Commissione d’inchiesta su rifiuti: “Va fatto tutto quello che si può fare”

La Commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite in merito al ciclo dei rifiuti ha terminato oggi le audizioni.

Con le audizioni di oggi, termina il ciclo di ascolto da parte della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad essi correlati, presieduta da Stefano Vignaroli. Alle audizioni di oggi ha partecipato anche il Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, che ha sottolineato la necessità attivare controlli ambientali efficaci e di adeguare e rinnovare gli impianti che collaborano nel ciclo dei rifiuti. “Credo che l’Umbria dimostri attenzione istituzionale e sensibilità in materia ambientale e abbiamo fornito dati molto dettagliati sul ciclo dei rifiuti”, ha detto Marini. Nello specifico, in merito ai controlli ambientali, il governatore dell’Umbria ha detto che “che va fatto tutto quello che si può fare per potenziare e migliorare questo sistema”. “Possiamo contare in un ruolo molto attivo di Arpa ma anche di una attenzione dell’insieme della società regionale e di quel lavoro importante che fanno le associazioni e i comitati dei cittadini sapendo che la difesa pure da ogni forma di rischio di infiltrazione da parte della criminalità organizzata debba essere perseguita da questo lavoro di squadra”.

Oggi la Commissione ha assistito alle audizioni anche del presidente di Auri Cristian Betti, dei rappresentanti di Enel, del liquidatore di Valnestore Sviluppo srl Alessio Federiconi, dei vertici di Gesenu e Tsa. La Commissione ha poi ascoltato il presidente della Provincia di Perugia Luciano Bacchetta e i rappresentanti dell’amministrazione regionale, tra cuil’assessore Fernanda Cecchini, il presidente della commissione regionale antimafia Giacomo Leonelli e il presidente della II commissione consiliare Carla Casciari.