Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Mafia Capitale: oltre 50 anni per Buzzi e Carminati

Mafia Capitale: oltre 50 anni per Buzzi e Carminati

Nell’aula bunker del carcere di Rebibbia è stato deciso il destino di Buzzi e Carminati.

Tutto parte dal 416bis. L’articolo non era stato applicato nel processo di primo grado. All’inizio erano stati decisi 26 anni e mezzo per Carminati e 25 anni e nove mesi per Buzzi.

“Chiediamo che venga ripristinato il reato di associazione di stampo mafioso nelle forme pluriaggravate nelle quali viene contestato. Riteniamo sussistente anche l’aggravante dell’articolo 7 ( metodo mafioso) per le estorsioni e gli episodi corruttivi contestati.”

Il procuratore aggiunto Giuseppe Cascini ha dischiarato che: “Carminati è un boss, così come lo chiamano i criminali nelle intercettazioni, riconoscendolo come capo e obbedendogli in virtù del potere criminale che gli riconoscono. I testimoni e le vittime delle intimidazioni, quando sono venuti in aula, hanno avuto paura a parlare.”

I magistrati, alla fine, hanno chiarito che: “Non si tratta di stabilire se a Roma c’e’ o no la mafia, ma se questa organizzazione criminale rientra nel 416 bis e se ha operato con il metodo mafioso. Si riconosce dall’uso della violenza e dell’intimidazione, dall’acquisizione di attività economiche e dall’infiltrazione nella pubblica amministrazione”.