ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
mercoledì 17 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

L’assessora Picciau alla presentazione del XV Festival“Giardini Aperti”

“Progetti importanti con tanti punti di forza. Dalle tematiche di sensibilizzazione ambientale, all’arte, fruibile anche in contesti non necessariamente canonici o istituzionali, quali aree verdi, parchi o cinture commerciali della città, e come opportunità per giovani talenti per farsi conoscere”.

Esprimono sostegno e soddisfazione le parole dell’assessora Maria Dolores Picciau intervenuta questa mattina di mercoledì 22 giugno alla conferenza stampa di presentazione della XV edizione del Festival Internazionale della sostenibilità “Giardini Aperti” e del concorso “MArteLive Sardegna 2022”.

Patrocinate anche dal Comune di Cagliari, organizzate da Abaco Teatro in collaborazione con Impatto Teatro e la direzione artistica di Rosalba Piras, “Giardini Aperti” e “MArteLive Sardegna 2022” si svolgeranno tra Cagliari, Maracalagonis e Torre delle Stelle, Monserrato, Quartucciu, Quartu Sant’Elena e Villaspeciosa, con un ricco cartellone fra spettacoli teatrali, recitals e concerti, laboratori e performances, mostre e incontri letterari en plein air. Ma anche “incursioni” nei musei e passeggiate ecologiche, in programma dal 24 giugno al 1 agosto 2022.

I protagonisti come di consueto saranno di indiscusso livello: Giobbe Covatta e Gianfranco Berardi (Premio Ubu Miglior Attore 2018) e la scrittrice e giornalista polacca Joanna Longawa, lo scrittore Matteo Porru (Premio Campiello Giovani 2019), il Duo x Caso, giovane compagnia di teatro circo di Barcellona, per la prima volta in Sardegna accanto a artisti e compagnie di spicco della scena isolana, e non solo, per un affascinante viaggio tra storie e emozioni.

Tra antiche e moderne fiabe e miti e leggende dell’Isola “Giardini Aperti” propone dunque la magia del nouveau cirque e la poesia visionaria delle arti di strada, tra coinvolgenti pièces teatrali e raffinate mises en espace, monologhi e coreografie per riscoprire la bellezza del paesaggio e il piacere di stare all’aria aperta. Il Festival nasce, infatti, con l’intento di “valorizzare parchi e giardini, pubblici e privati, preziosi angoli verdi nel cuore delle città e spazi protetti, trasformandoli in palcoscenici per le arti performative e gallerie per esposizioni di dipinti, sculture e fotografie”, ha rimarcato l’Esponente dell’Esecutivo titolare della Cultura. La kermesse che abbraccia differenti generi e linguaggi, conferma la sua vocazione “ambientalista” mettendo l’accento su questioni fondamentali per il presente e per il futuro. Non a caso Legambiente è partner del progetto.

Il canet degli spettacoli (link più sotto) propone inoltre 7 titoli dedicati a bambine e bambini: da “Cappuzzetto Rozzo” all’inedito “E se i topolini scoprissero i tombini” a “Il Gatto dagli stivali”, “Il pianeta fai da te”, “Anacleto Farfuglia”, “Ci-Chi-Bum! / note del mio viaggio in Brasile” e “Rodari per l’estate / Viaggio nel paese delle vacanze con Gianni Rodari”.

Nell’ambito del Festival “Giardini Aperti”, dopo il successo dell’edizione 2014, ritornano anche le selezioni e le finali del MArteLive Sardegna 2022, “contest aperto ai giovani talenti under 39 che avranno la possibilità di far conoscere al pubblico le loro espressioni artistiche”, ha concluso l’assessora Picciau parlando di condivisione d’intenti da parte dell’Amministrazione comunale. Le iscrizioni resteranno aperte fino al 30 giugno. L’iniziativa è accompagnata dalla pagina web https://sardegna.martelive.it/ con i dettagli del bando, le modalità di partecipazione e contatti. Aggiornamenti anche sulla pagina Facebook ufficiale https://www.facebook.com/MArteLiveSardegna .

La finale del MArteLive Sardegna 2022, hanno spiegato gli organizzatori, si svolgerà martedì 12 luglio dalle 18,30 alle 23,30 al Teatro Massimo di Cagliari. I vincitori saranno poi ospiti a Roma della Biennale MarteLive 2022, che si terrà nel mese di ottobre e comprende, oltre alle finali nazionali ed europee del concorso, anche 15 progetti speciali, con un ricco cartellone “diffuso” a Roma e in vari centri del Lazio.