Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > La sanità umbra si prepara all’ondata di caldo

La sanità umbra si prepara all’ondata di caldo

L’Italia si prepara all’imminente ondata di caldo torrido. Le strutture sanitare dell’Umbria si stanno adoperando per tutelare la salute dei cittadini.

Presto un’ondata di caldo si abbatterà sulla penisola, e le temperature torride potrebbero avere effetti negativi sulla popolazione. Per questo, in Umbria, le strutture sanitarie si stanno preparando per fronteggiare i bisogni dei cittadini negli imminenti giorni di temperature estreme. I due giorni da bollino rosso saranno soprattutto giovedì 27 e venerdì 28 giugno, ma anche a luglio, agosto e settembre i cittadini potranno trovarsi a ad affrontare giornate di caldo insopportabile. Tutto questo con possibili ricadute anche sulla salute, che richiederanno un’attenzione particolare da parte dei presidi sanitari. Per questo l’assessore regionale alla Salute Antonio Bartolini ha incontrato a Villa Umbra i commissari straordinari delle Usl e delle Aziende ospedaliere di Perugia e Terni, “con l’obiettivo di prevenire e ridurre eventuali problemi derivanti dalla prima ondata di caldo di questa estate”, come si legge in un comunicato.

“L’obiettivo dell’incontro è quello di allertare i soggetti di riferimento affinché siano messe in pratica tutte le misure necessarie stabilite dalle linee di indirizzo regionali per la prevenzione e la gestione degli effetti del caldo sulla salute dei cittadini”, ha spiegato Bartolini. “Si tratta di una serie di azioni ribadite nella delibera quadro adottata dalla Giunta regionale nel 2014 e che verranno applicate da subito visto che ci troviamo ad affrontare la prima ondata di calore della stagione estiva 2019. Infatti, lo scopo della riunione di oggi è proprio quello di invitare i responsabili delle aziende sanitarie e ospedaliere della nostra regione all’attivazione di tutte le misure previste dalla normativa regionale”, ha aggiunto.