Breaking News Streaming
Sei in: Home > Esteri > Americhe > La politica statunitense è “inammissibile”, dice il Ministro degli Esteri russo

La politica statunitense è “inammissibile”, dice il Ministro degli Esteri russo

Russia's Foreign Minister Sergei Lavrov -- REUTERS/Sergei Karpukhin

Non solo in Venezuela, ma anche a Cuba e nel Nicaragua. Il Ministro degli Affari Esteri della Russia critica pesantemente Washington.

La politica estera statunitense “si intromette apertamente negli affari interni degli Stati sovrani”. A dirlo è il Ministro degli Affari Esteri della Russia, Sergej Viktorovič Lavrov, durante una riunione del Consiglio russo per la politica estera e la difesa. Il riferimento è prima di tutto al l’interferenza americana nei paesi dell’America Latina, soprattutto rispetto alla situazione venezuelana: “In Venezuela, il Blitzkrieg messo in atto per cambiare il governo è fallito, ma gli americani non rinunciano al loro obiettivo di rovesciare il legittimo presidente”.

A fomentare le critiche da parte del capo della diplomazia russa c’è anche una dichiarazione del Segretario di Stato americano Mike Pompeo, che ha sottolineato l’intenzione di “ripristinare la democrazia” in Venezuela. Questo, secondo Lavrov, sarebbe la prova che gli americani hanno aggiornato “la loro dottrina Monroe”. Infatti, quanto Pompeo è stato interrogato su un possibile intervento militare, questi ha risposto “Ogni strumento, ogni opzione rimane sul tavolo”. Quanto agli altri paesi dell’America Latina, Lavrov ha dichiarato che gli Stati Uniti “minacciano di attaccare anche Cuba e il Nicaragua”. “Questa politica è inammissibile”, ha commentato.